Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Tornado, arrivano i primi risarcimenti

Dolo. L’annuncio del sindaco all’assemblea di giovedì sera: «A novembre una lettera alle famiglie con la somma dovuta»

DOLO. Tornado, arrivano i primi risarcimenti. Intanto è ufficiale il calcolo dei danni.

Settantuno milioni di euro di cui 44,9 a Dolo, 19,2 a Pianiga e 6,5 a Dolo. Questo sono i dati ufficiali dei danni provocati dal tornado dell'8 luglio esposti dal sindaco, Alberto Polo, nell'assemblea pubblica svoltasi giovedì al cinema Italia. La maggior parte sono ad abitazioni private: 29 milioni a Dolo, 11,3 a Pianiga e 1 a Mira. Durante l'assemblea, che ha visto la presenza di centinaia di persone, ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

DOLO. Tornado, arrivano i primi risarcimenti. Intanto è ufficiale il calcolo dei danni.

Settantuno milioni di euro di cui 44,9 a Dolo, 19,2 a Pianiga e 6,5 a Dolo. Questo sono i dati ufficiali dei danni provocati dal tornado dell'8 luglio esposti dal sindaco, Alberto Polo, nell'assemblea pubblica svoltasi giovedì al cinema Italia. La maggior parte sono ad abitazioni private: 29 milioni a Dolo, 11,3 a Pianiga e 1 a Mira. Durante l'assemblea, che ha visto la presenza di centinaia di persone, il sindaco Polo ha fatto il punto della situazione spiegando ciò che è stato fatto. «Dopo 9 giorni abbiamo ottenuto lo stato di emergenza», ha spiegato il sindaco, «e ci siamo attivati a tutti i livelli per ottenere sostegno. La prova è l'apertura da parte del Governo di un capitolo di spesa da 1,5 miliardi di euro nella legge di stabilità per le zone colpite da eventi calamitosi non terremotali. Stiamo facendo il possibile perché le donazioni volontarie siano estranee dal contributo nazionale».

Il sindaco ha poi annunciato che ha avuto conferma da Veritas che la rimozione dei depositi di eternit si risolverà entro fine mese e che sarà riaperta la discarica di Sant'Urbano. Si è poi parlato delle somme raccolte. «Sul conto corrente del comune di Dolo abbiamo raccolto quasi 400 mila euro», ha detto Polo, «c'è stata una grande solidarietà come il caso di due persone che si sono sposate e che hanno detto ai familiari di devolvere somme nel conto corrente. Ad inizio novembre invieremo una lettera alle famiglie con la quale le informeremo dei soldi che riceveranno. La divisione sarà fatta a seconda dei danni subiti e sarà tra i 400 e i 4500 euro». Si è parlato degli altri fondi. «I 2 milioni dati dallo Stato e i 3 dalla giunta regionale serviranno per i danni al patrimonio pubblico. Contiamo di dare i soldi risparmiati ai cittadini». Altro percorso faranno i soldi raccolti dal conto regionale e dall'Sms solidale (500 mila euro) e i 3 milioni stanziati dal consiglio regionale. «In questo caso la procedura e la divisione sarà fatta dalle Regione», ha proseguito Polo, «Dolo farà solo da ente distributore. I soldi dovrebbero arrivare l'anno prossimo». Infine don Alessandro Minarello, parroco di Dolo, e don Amelio Brusegan, parroco di Sambruson, hanno annunciato che da lunedì inizieranno a distribuire i fondi raccolti dalla Caritas di Padova e dalle parrocchie. Saranno consegnati 500 euro a ciascuna famiglia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA