Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Preso lo spacciatore di Cavallino

Arrestato 38enne di Ca’ Savio. In casa aveva panetti di hashish e dosi di cocaina

CAVALLINO. Arrestato dai carabinieri il pusher che riforniva Cavallino-Treporti di hashish e cocaina. Arresti domiciliari per il marocchino Jaouad El Ammouri, 38 enne residente in un paese del bergamasco, ma domiciliato da tempo a Ca' Savio. Lo hanno fermato nel tardo pomeriggio di mercoledì, i carabinieri della stazione di Cavallino-Treporti, coordinati dal comandante della stazione, il maresciallo capo Cosimo Sorice, dopo una breve, ma intensa attività investigativa. L’uomo era tenuto d’o ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CAVALLINO. Arrestato dai carabinieri il pusher che riforniva Cavallino-Treporti di hashish e cocaina. Arresti domiciliari per il marocchino Jaouad El Ammouri, 38 enne residente in un paese del bergamasco, ma domiciliato da tempo a Ca' Savio. Lo hanno fermato nel tardo pomeriggio di mercoledì, i carabinieri della stazione di Cavallino-Treporti, coordinati dal comandante della stazione, il maresciallo capo Cosimo Sorice, dopo una breve, ma intensa attività investigativa. L’uomo era tenuto d’occhio dai militari che lo ritenevano protagonista di una discreta attività di spaccio di stupefacenti come risultava da segnalazioni dei residenti di Ca' Savio, così, verso le 19 di ieri, è stato deciso l’intervento.

Durante la perquisizione in casa sua sono stati trovati 670 grammi di hashish ancora diviso in pani da 100 grammi, nonché 50 grammi di cocaina già confezionata in involucri da un grammo pronti per essere ceduti ai “clienti”. Nella stessa abitazione anche 2 bilancini di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi e 210 euro, contante ritenuto profitto dalla vendita di droga. In garage poi i carabinieri hanno trovato infine anche sei biciclette che si ritiene possano essere state rubate nei giorni scorsi in diversi punti del litorale sulle quali si compiranno accertamenti per stabilirne la proprietà.

Il tutto è stato sequestrato e il marocchino è stato arrestato per i reati di detenzione ai fini di spaccio di stupefacente e ricettazione. Dopo avere trascorso la notte nella camera di sicurezza della compagnia di San Donà, El Ammouri ha presenziato ieri mattina all’udienza di convalida in tribunale a Venezia, dove il giudice, oltre a convalidare il provvedimento, ha disposto gli arresti domiciliari in attesa della data del dibattimento.

Francesco Macaluso