Quotidiani locali

Notte bianca in 40mila a Mirano

MIRANO. Le premesse non erano certe quelle del successo assicurato. Caldo torrido e la concorrenza spietata del Redentore in laguna e del Mirano Summer Festival. Ma la Notte Bianca è stata comunque...

MIRANO. Le premesse non erano certe quelle del successo assicurato. Caldo torrido e la concorrenza spietata del Redentore in laguna e del Mirano Summer Festival. Ma la Notte Bianca è stata comunque un successo. Il conto delle presenze arriva a circa 40 mila, appena dieci mila in meno dello scorso anno. Piazza piena, con visitatori anche da fuori provincia, venuti a boccheggiare tra concerti, animazioni, balli, cicchetti e negozi aperti fino a tardi. Segno che la formula tira ancora.

E nonostante lo slittamento in avanti di oltre un mese (l’evento era previsto il 6 giugno, poi spostato per la concomitanza con la finale di Champions) la piazza di Mirano non si è fatta trovare impreparata. L’immagine della serata è anche quella delle code alle gelaterie, quintali di granite, bicchieri di frutta fresca, litri di birra e bibite ghiacciate. «Davvero molte persone sono venute a Mirano, anche da Padova, Treviso, Cavarzere, tanto per citarne alcune», spiega la direttrice di Confcommercio del Miranese, Tiziana Molinari, «Al nostro gazebo gli intervistati hanno ribadito che la Notte Bianca non ha paragoni da questo punto di vista. Quest’anno i negozi che hanno aderito hanno arricchito con fantasia le vetrine». C’è stato spazio

anche per la beneficenza: tre gruppi hanno deciso di devolvere il loro compenso alle aziende della Riviera colpite dal tornado. Confcommercio verserà il denaro sul conto corrente istituto ad hoc. E più di qualche negozio ha partecipato alla gara di solidarietà dell’Ascom. (f.d.g.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista