Quotidiani locali

VENEZIA

Balletto benefico alla Fenice

Iniziativa di Brugnaro e Chiarot, previsto un ricavo di 30 mila euro

VENEZIA. Serata di gala per beneficenza. E il ricavato, previsto in circa 30 mila euro, devoluto ai tre sindaci delle località più colpite dal tornado, Mira Pianiga e Dolo. Lo ha annunciato ieri a Ca’ Farsetti il sindaco Luigi Brugnaro, insieme al soprintendente del Teatro La Fenice Cristiano Chiarot. «La sera del disastro ero sul posto», ha detto Brugnaro, «insieme ai nostri vigili e alla nostra Protezione civile. Adesso scatta la solidarietà concreta. Ho parlato al telefono con quasi tutti i sindaci della Città metropolitana. Spero che possano essere tutti presenti con le loro signore, anche per dare un senso di comunità».

Chiarot spiega nei dettagli che l’intero incasso del balletto di mercoledì 22 luglio, già inserito nella programmazione del teatro, è stato destinato alla solidarietà con i comuni colpiti. Tre assegni circolari saranno consegnati da Chiarot al sindaco che li girerà ai suoi omologhi di Mira, Pianiga e Dolo. Gesti di solidarietà a cui la Fenice non è nuova. Nel 2008 ne 2009 altri concerti benefici per il terremoto in Abruzzo e quello di Haiti, per gli eredi dei due giovani operai morti sul lavoro. «Una solidarietà che fa parte della storia del teatro», continua il sovrintendente. Ricordando che proprio Brugnaro, all’epoca imprednitore e presidente di Umana, fu tra i primi a versare

un contributo per la ricostruzione all’indomani del’incendio che il 29 gennaio del 1996 distrusse completamente La Fenice. Adesso la Riviera. Un evento che ha colpito profondamente la comunità veneziana. Che adesso si mobilita partendo proprio dalle eccellenze del suo teatro.(a.v.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon