Quotidiani locali

spinea

Furti di rifiuti i commercianti hanno paura

SPINEA. Assalto ai cassonetti, nel Miranese è emergenza furti di rifiuti. Lo sa bene il titolare dei “Do Mori,” nota rivendita di calzature in via della Costituzione a Spinea, che, stanco di...

SPINEA. Assalto ai cassonetti, nel Miranese è emergenza furti di rifiuti. Lo sa bene il titolare dei “Do Mori,” nota rivendita di calzature in via della Costituzione a Spinea, che, stanco di assistere ai furti degli scarti di cibo a due passi dalla propria attività, dietro al supermercato Lidl, sbotta: «Passi il furto in sé, ma a volte qui si scatena una vera e propria rissa tra extracomunitari per accaparrarsi scarti di cibo del supermercato finiti nei cassonetti», racconta Stefano Cacco, «litigano, si mettono le mani addosso. Succede sempre più spesso. Ci sono anche anziani che cercano cibo scaduto e diventano loro stessi bersaglio di violenza da parte dei violenti. I cassonetti sono all’interno della proprietà, non ci sono controlli e non possiamo fare nulla. Rischiamo noi stessi di finire coinvolti nelle liti se cerchiamo di intervenire».

Il caso non appare isolato: non mancano segnalazioni di immigrati trovati a frugare

nei contenitori dei rifiuti, anche della carta, con seri danni ai cassonetti che vengono scardinati. È successo di recente a Santa Maria di Sala e Mirano. I cassonetti sono stati sostituiti da Veritas dopo essere rimasti senza parte della calotta, con i rifiuti a cielo aperto. (f.d.g.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon