Quotidiani locali

miranese. servizio regolare IL 22 MAGGIO

Bloccato lo sciopero dei vigili durante il Giro

La commissione di garanzia ha contestato la procedura dei sindacati per la proclamazione

MIRANO. Stop allo sciopero dei vigili quando il Giro d’Italia passerà nel Miranese. Il diniego arriva da Roma: la commissione di garanzia sugli scioperi dei servizi pubblici essenziali si è espressa in merito all’agitazione proclamata dagli agenti della neonata polizia locale del Miranese per il 22 maggio, quando la carovana rosa transiterà per Santa Maria di Sala, Mirano e Spinea. In pratica i vigili, o meglio i sindacati, hanno sbagliato la procedura: inammissibile, per la commissione, l’istanza di proclamazione dello sciopero dopo il tentativo di conciliazione avvenuto in Prefettura l’8 gennaio. Un errore procedurale, forse più clamoroso dell’agitazione stessa, dovuto al mancato rispetto dei tempi che impongono di indire eventuali iniziative di protesta non oltre i 90 giorni dall’incontro. Termine scaduto lo scorso aprile, ben prima della proclamazione dello sciopero, avvenuta solo nei giorni scorsi: adesso i vigili sono costretti a presentarsi al lavoro nonostante la vertenza in atto.

Il Giro dunque è salvo, sia sotto il profilo dell’ordine e della viabilità che delle vetrina in mondovisione che rischiava di venire compromessa dall’agitazione. Non rientrano tuttavia la protesta e soprattutto le ragioni che mantengono i vigili dell’Unione del Miranese in stato di agitazione. Cgil, Cisl, Uil, Diccap e Csa avevano anche mandato una diffida ai responsabili dell’Unione, dove chiedevano di non essere più sottoposti a ordini di servizio in occasione di festività domenicali e infrasettimanali, essendo tenuti a un orario di lavoro articolato su 6 giorni, senza alcun atto approvato dall’Unione in merito ai servizi festivi. Ieri mattina si è anche tenuto un incontro tra alcuni referenti di presidio (gli ex comandanti) in Prefettura per approntare un piano operativo proprio in vista del passaggio del Giro d’Italia nel Miranese. Ai capi dei vigili è

stato comunicato che la carovana attraverserà le vie Desman, Noalese, Cavin, Vittoria e Roma subito dopo pranzo e che sarà necessario chiudere le strade interessate per due ore, dalle 14 alle 16. A questo punto, dato l’addio allo sciopero, l’ordine è tutto da eseguire.

Filippo De Gaspari

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik