Quotidiani locali

Fuggono all’alt, inseguimento in via Miranese

Trambusto alla Gazzera. Una Chevrolet scappa a velocità folle e si schianta contro un’altra auto

Prima l’alt della polizia non rispettato, poi la fuga, l’inseguimento e il ribaltamento dell’auto. Tre dei quattro occupanti escono e scappano. La quarta, ferita, rimane nell’abitacolo. Poi anche i tre fuggitivi vengono fermati, grazie all’intervento dell’elicottero. Il conducente, un 37enne di Pordenone, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni gravi, oltre a rimediare una sfilza di infrazioni al codice della strada. Con lui viaggiavano una sua amica, sempre di Pordenone, che ferita rischia di perdere la mano sinistra. Illesi, invece, i due tunisini che avevano caricato in auto e che erano i loro fornitori di eroina.

La Chevrolet scappa all’alt della pattuglia del commissariato di Mestre, in via Miranese percorrendo le stradine strette della Gazzera a velocità folle, ma l'inseguimento si conclude poco dopo. Con l'auto ribaltata dopo aver sbattuto contro un’altra vettura e tre occupanti su quattro che inizialmente sono riusciti a scappare a piedi. Grande trambusto poco prima delle 17 di ieri in via Breda, una strada secondaria a due passi da via Miranese, con tanto di intervento dell’elicottero.

I poliziotti della volante di Mestre stavano intervenendo a Chirignago per un’auto sospetta, ferma davanti all’ufficio postale. Recandosi sull’intervento hanno visto una Chevrolet di colore chiaro che ricordava quella indicata come sospetta. Hanno intimato l’alt alla vettura. Il conducente della Chevrolet ha invece accelerato ed è scappato. È scattato l'inseguimento. Una corsa ad alta velocità accompagnata anche dall'elicottero della polizia, che dall'alto ha cercato di non perdere di vista mai i fuggitivi.

La fuga si è conclusa in via Breda con il cappottamento del mezzo, dopo aver battuto contro un’altra auto, e la fuga di tre occupanti. A bordo è rimasta una donna ferita e soccorsa dai sanitari del 118, intervenuti con due ambulanze. Per lei, italiana residente in provincia di Pordenone, oltre a delle fratture una brutta ferita alla mano sinistra.

Poco dopo dall'elicottero sono stati individuati gli altri occupanti del mezzo, subito bloccati dalla polizia tra cui uno mentre correva in tangenziale. Si tratta di due tunisini senza permesso di soggiorno con precedenti per

spaccio e di un italiano, il conducente della Chevrolet, trovato in stato confusionale.

Tutti sono stati portati al commissariato di Mestre per approfondire gli accertamenti nei loro confronti: l'autista dovrà rispondere di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni gravi. (c.m.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista