Quotidiani locali

La carica dei centomila per i fiori

Mirano. Successo senza precedenti per la festa, folla da mattino a sera. Inevitabile il caos parcheggi

MIRANO. Sole e nuvole a tratti regalano il pienone alla trentasettesima edizione di “Fiori a Mirano”. L’invasione nella piazza-giardino supera i centomila visitatori in un giorno, un nuovo record per una delle esposizioni florovivaistiche più seguite del territorio, con visitatori arrivati anche da fuori provincia in pullman. È il fascino di una piazza storica che nella ricorrenza del 25 aprile sfodera una mise inedita di colori e profumi da cartolina. Qualcuno la vorrebbe così sempre.

Oltre cento gli espositori selezionati dalla Pro Loco e chiamati da ogni parte d’Italia per alzare ancor di più il livello di qualità raggiunto dalla fiera negli anni scorsi. Il successo si pregusta subito di prima mattina, quando la piazza appare già piena. Numeri che aumentano fino all’ora di pranzo, in concomitanza con le celebrazioni del settantesimo anniversario della Liberazione e si confermano nel pomeriggio.

Fortunata dunque la concomitanza tra la festività e il sabato. A beneficiarne soprattutto gli espositori presenti. Protagonista è stata come da tradizione la rosa, in omaggio alla festa del bòcolo, che grazie alla Pro Loco e alla festa dei fiori sta ritrovando il suo antico fascino tra gli innamorati.

Successo anche per i laboratori dedicati ai bambini in corte Errera e pienone nei ristoranti del centro, che hanno proposto menù con primizie di stagione. Alcuni avventori hanno dovuto “ripiegare” sul risotto agli asparagi offerto in piazza all’osteria della Pro Loco. La crisi insomma, almeno il 25 aprile, a Mirano non si vede e qualcuno ieri in piazza ha addirittura rilanciato la proposta: perché non organizzare la festa per più giorni, come avveniva un tempo? Ipotesi remota, per ora. Gli organizzatori si godono l’ennesimo successo, più che soddisfatti per l’affluenza, pur con i soliti disagi di viabilità e parcheggi, problema cronico per Mirano.

La festa quest’anno è continuata anche dopo la smobilitazione, con l’immancabile movida del sabato in una serata tiepida e affollatissima di giovani. La giornata è da ricordare anche per i vincitori dei concorsi collegati alla mostra-mercato: agguerrita la sfida tra i commercianti per la miglior vetrina in fiore. Alla fine l’ha spuntata la Farmacia Sansoni, davanti a Coccolatteria e Beauty Star. Premi anche per il miglior espositore, riconoscimento ormai stabile per il vivaio di Emilio Fusati, e il miglior giardino allestito in piazza, andato ancora una volta agli studenti dell’istituto Lorenz-8 Marzo. Il presidente

della Pro Loco Roberto Gallorini chiude la giornata sfinito ma raggiante: «Che gli esperti del settore tengano a questa manifestazione», afferma, «lo testimonia il fatto che gli espositori cerchino ogni anno di rinnovarsi, proponendo nuovi prodotti e allestimenti».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon