Quotidiani locali

centrodestra all’attacco

Fuoco di fila contro i centri sociali

Le dichiarazioni di Furlan (Fi), Zanetti( Scelta civica) e Malgara

Fuoco di fila polemico dal centrodestra contro i centri sociali. Tre partiti, tre dichiarazioni diverse contro gli antagonisti. «Non possiamo permettere che Venezia perda la crocieristica per colpa di un pugno di balordi», dice, sulla questione grandi navi, Simone Furlan, membro della presidenza di Forza Italia e candidato alle regionali del partito di Berlusconi.

Mattia Malgara, ex candidato sindaco ora alleato di Luigi Brugnaro, l’altro giorno ha proposto di «chiudere il centro sociale Rivolta per realizzarvi la piscina che attende Marghera». La proposta viene motivata con «gli alti costi di mantenimento e gestione del Rivolta» definita una «zona franca, senza controlli fiscali, di sicurezza, e rappresenta una sorta di Servizio per le tossicodipendenze non autorizzato».

Anche dallo staff del sottosegretario Enrico Zanetti (Scelta civica), alleato di Francesca Zaccariotto, tirano in ballo i centri sociali, con la critica

sul degrado in piazzale Donatori di Sangue a Mestre, dove ha aperto la sede l’avversario Felice Casson: «Pensare che gli enormi problemi di degrado e sicurezza a Mestre possano andare migliorando con uno spostamento del governo cittadino verso il mondo dei centri sociali è irrealistico».

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista