Quotidiani locali

via alla campagna informativa

Diagnosi precoce dell’autismo progetto di genitori e ragazzi

MESTRE. Molte famiglie che da anni vivono in casa la difficile realtà dell’autismo, oggi si stanno mettendo in movimento per diffondere tra i medici del Veneziano informazioni aggiornate sulla...

MESTRE. Molte famiglie che da anni vivono in casa la difficile realtà dell’autismo, oggi si stanno mettendo in movimento per diffondere tra i medici del Veneziano informazioni aggiornate sulla diagnosi precoce. Con una grande sorpresa: non solo i genitori, ma anche i loro ragazzi seguiti dalla cooperativa Intervento di Mestre si daranno da fare in questa importante campagna di informazione. Lo faranno in collaborazione con Intervento Società Cooperativa Sociale di Mestre che, dal 1978, è specializzata nel campo del trattamento dei disturbi dello spettro autistico e, da poco, ha messo a punto un report che indica i principi della “Metodologia Intervento per la riabilitazione senso-percettiva nei disturbi dello spettro autistico”.

Il documento racchiude una sintesi dell’esperienza maturata in 37 anni di attività, nel corso dei quali sono state seguite più di 400 famiglie, che ha consentito di mettere a punto uno specifico approccio nel campo dell’autismo e dei disturbi pervasivi dello sviluppo.

Questo report sarà inviato a tutti medici di base e pediatri dell’Asl 12 assieme a una lettera che spiegherà in estrema sintesi la metodologia, ovvero il trattamento delle alterazioni senso-percettive, che, con la quinta edizione del Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali del maggio 2013, sono stati introdotti tra i sintomi necessari alla diagnosi, come sintomatologia compresa tra i comportamenti ripetitivi.

L’autismo è una patologia sconosciuta a molti. Subdola, nascosta. Si manifesta senza preavviso. E non si può curare. L’autismo è una forma particolare di situarsi nel mondo o (forse) di costruirsi una realtà. Sin da bambino, nel soggetto autistico si possono manifestare serie difficoltà nel linguaggio, nella comunicazione e nel vincolo sociale.

Le stereotipìe, i soliloqui, l’aggressività rivolta su di sé, l’insensibilità al dolore o l’assenza di sensazione

del pericolo sono alcuni dei sintomi che mostrano l’isolamento dal mondo che circonda l’autistico e la sua tendenza a bastare a se stesso. Si parla di spettro autistico perché le patologie sono tante, spesso si combinano tra loro ed è difficile coglierne i sintomi.

Gian Nicola Pittalis

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista