Quotidiani locali

Piastrelle rotte in centro il Comune corre ai ripari

San Donà. In piazza Indipendenza in vari punti si sono verificanti dei cedimenti Le piastrelle di granito baveno della piazza rifatta non reggono i mezzi pesanti

Piastrelle rotte in piazza Indipendenza, l'amministrazione comunale interviene subito per la sistemazione in più punti sul vasto lastricato della piazza centrale. In questi giorni sono comparsi i "birilli" che segnalano in punti dell'intervento. Un brutto segno, valutato con apprensione dal sindaco, Andrea Cereser, e dall'assessore ai lavori pubblici, Francesca Zottis. Piazza Indipendenza, costata oltre 3 milioni di euro, uno solo per lo spostamento del monumento a Giannino Ancillotto, presenta già molti problemi di staticità.

Le piastrelle di granito baveno hanno iniziato a cedere e forse bisognerà ricorrere a dei divieti specifici per il transito di mezzi pesanti. Altri interventi si renderanno necessari per la pavimentazione sotto i portici, in terrazzo veneziano, anche questo crepato in svariati punti della passeggiata. La fontana, almeno in questo periodo, sta funzionando, ma richiede una continua manutenzione e pulizia.

Una cittadina di San Donà, O.R., si era accorta del cedimento delle piastrelle di granito e lo aveva subito denunciato pubblicamente dopo che aveva rischiato di inciampare. Altri residenti hanno evidenziato come ancora troppa gente salga sul monumento nonostante i divieti o getti mozzigoni di sigaretta tra le frese del lastricato, anche se sono previste multe salate. Nei prossimi mesi non si escludono severi controlli e sanzioni dalla polizia locale in merito a queste pessime abitudini. «Stiamo valutando una serie di interventi», ha detto il sindaco Cereser, «ma dovremo anche verificare se i lavori siano o meno tutti coperti da assicuarazione nel caso debbano essere programmati più lavori strutturali di una certa entità per garantire la tenuta della piazza».

Potrebbe dunque essere necessario rivolgersi alle imprese costruttrici per capire quali siano gli accordi e l'assicurazione in grado di capire questi interventi. In occasione del 25 aprile e dei festeggiamenti della Liberazione e della festa di Primavera, la piazza dovrà comunque essere pronta per ospitare le varie manifestazioni e, quest'anno, anche le iniziative condotte dalla pro loco nell'ambito dei festeggiamenti, che saranno trasferite in piazza dalla golena del Piave. In piazza saranno installati ben cinque gazebo attrezzati per la distribuzione al pubblico di specialità tipiche  primaverili della gastronomia locale. Si va dalla fortajada classica e condita alle pennette alla pescatora, dai piatti

a base asparagi, al pesce fritto anche da passeggio, dai formaggi ai salumi locali. Saranno distribuiti inoltre vini tipici messi a disposizione dalla Cantina Produttori Riuniti del Veneto Orientale che rappresenta gran parte dei viticoltori del nostro territorio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista