Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Rianimò una donna per strada un premio dell’Asl all’eroina

PORTOGRUARO. Un riconoscimento dell’Asl 10 per Eva Rossignoli, l’ex giocatrice di pallacanestro di Pordenone, Concordia e Caorle che nei giorni scorsi ha salvato una 56enne colpita da arresto...

PORTOGRUARO. Un riconoscimento dell’Asl 10 per Eva Rossignoli, l’ex giocatrice di pallacanestro di Pordenone, Concordia e Caorle che nei giorni scorsi ha salvato una 56enne colpita da arresto cardiaco per strada. La donna si trova ancora ricoverata in terapia intensiva a San Donà. Carlo Bramezza, direttore generale dell’Asl, ha fatto sapere di essere favorevole all’assegnazione di un riconoscimento - una targa o un diploma di merito - alla campionessa di basket.

«Ha fatto qualcosa di straord ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

PORTOGRUARO. Un riconoscimento dell’Asl 10 per Eva Rossignoli, l’ex giocatrice di pallacanestro di Pordenone, Concordia e Caorle che nei giorni scorsi ha salvato una 56enne colpita da arresto cardiaco per strada. La donna si trova ancora ricoverata in terapia intensiva a San Donà. Carlo Bramezza, direttore generale dell’Asl, ha fatto sapere di essere favorevole all’assegnazione di un riconoscimento - una targa o un diploma di merito - alla campionessa di basket.

«Ha fatto qualcosa di straordinario», ha commentato Bramezza, «e forse non riusciamo ancora a comprenderne l’importanza. Si è comportata con un senso civico eccezionale, dote molto importante. Sono completamente d’accordo con l’assegnazione di un riconoscimento. La cercheremo e concorderemo le modalità per una cerimonia di sensibilizzazione sul tema del primo soccorso». Sulla stessa lunghezza d’onda il primario del pronto soccorso di Portogruaro, Franco Laterza. «È stata molto in gamba e sono d’accordo con chi vuole proporre un riconoscimento. Un evento del genere non capita tutti i giorni». Eva Rossignoli, dal canto suo, non vuole passare per l’eroina di turno, avendo fatto solo quello che si sentiva di fare in quel momento drammatico. (r.p.)