Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ladri acrobati al centro Piave, razzìa di cellulari: un arresto

(Foto Tommasella)

I banditi si sono calati nella notte dal tetto e hanno ripulito il negozio "3". I carabinieri sono riusciti a fermare un rumeno: due complici in fuga, recuperata la refurtiva

SAN DONA'. Ladri acrobati si calano dal tetto del centro "Piave" di San Donà per rubare i telefoni al nuovo negozio di telefonia "3". La vigilanza privata del centro li ha scoperti e chiamato i carabinieri che sono riusciti a bloccare e arrestare uno dei tre malviventi in fuga, Emilian Tanase, cittadino romeno 25enne, in Italia senza fissa dimora che portava il sacco con all'interno 38 smartphone e tablet di varie marche, per un valore di qualche migliaio di euro. Gli altri due complici sono ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

SAN DONA'. Ladri acrobati si calano dal tetto del centro "Piave" di San Donà per rubare i telefoni al nuovo negozio di telefonia "3". La vigilanza privata del centro li ha scoperti e chiamato i carabinieri che sono riusciti a bloccare e arrestare uno dei tre malviventi in fuga, Emilian Tanase, cittadino romeno 25enne, in Italia senza fissa dimora che portava il sacco con all'interno 38 smartphone e tablet di varie marche, per un valore di qualche migliaio di euro. Gli altri due complici sono riusciti a fuggire nella notte in mezzo ai campi, ma le ricerche continuano.

Le vetrine divelte dai ladri (Foto Tommasella)

Il romeno è stato arrestato per furto aggravato in concorso. In mattinata è stato giudicato per direttissima. Il giudice ha convalidato l’arresto fissando la prossima udienza per il 14 aprile. Nel frattempo ha disposto la liberazione dell’arrestato con l’obbligo di dimora nel comune di Padova e la presentazione alla polizia giudiziaria quotidianamente. Il materiale rinvenuto, che attualmente è sottoposto a sequestro, sarà quanto prima restituito al titolare del negozio.