Quotidiani locali

Spari contro il capitello a Chiesanuova è allarme

San Donà. Ignoti hanno preso di mira con un fucile la statua della Madonna ma solo uno dei proiettili ha perforato il doppio vetro. Residenti preoccupati

SAN DONA'. Tre colpi d'arma da fuoco contro il capitello votivo dedicato alla Madonna in via Bosco Chiesanuova. I residenti nella frazione di San Donà, vicino alla zona del cimitero, ora si chiedono chi possa aver compiuto questo gesto blasfemo e senza un apparente motivo. Uno dei proiettili, probabilmente esploso da una carabina, ha causato un foro nel robusto doppio vetro, gli altri due invece non sono riusciti a perforarlo, ma hanno lasciato il caratterisco segno. Probabilmente sono stati sparati da distanze diverse, forse addirittura da più fucili.

Non si capisce chi abbia potuto sparare contro un capitello, episodio che non ha precedenti in queste zone.

Il capitello era stato donato dall'ex consigliere comunale Giuseppe "Bepi" Vidotto, residente a Chiesanuova, una decina di anni fa.

Difficile pensare che i colpi di arma da fuoco potessero essere un segnale destinato a lui, che aveva appunto voluto e realizzato il capitello. Resta la possibilità che si sia trattato di un gioco, una sfida al tiro a segno, quindi ascrivibile a un atto vandalico molto irriverente e blasfemo.

Oppure questo gesto potrebbe anche rispondere a una precisa volontà iconoclasta o contro la religione cattolica a il culto della Madonna che in queste zone è molto radicato.

Al momento non si può escludere comunque alcuna ipotesi, a meno che non si sia trattato di un gesto di pazzia di qualche squilibrato o alterato da sostanze o alcol.

Resta il fatto che nella frazione di San Donà tutti sono ancora stupiti e preoccupati, in primis proprio Vidotto, che quel capitello lo aveva fortemente voluto una decina di anni or sono.

«Non sappiamo davvero chi possa essere stato», commentano alcuni residenti, «ma certo ha fatto qualcosa di molto grave che offende la religione, la comunità e chi quel capitello ha voluto donare a suo tempo a Chiesanuova. Speriamo che non accada mai più, ma adesso vorremmo davvero scoprire chi sia stato anche per capire le reali motivazioni di un simile gesto che ha messo tutti in allarme. Non è bello sapere che esiste qualcuno che di notte va in giro a sparare. E non crediamo che sia stata una svista o un errore, magari di un cacciatore che non aveva molta mira. Chi ha sparato ha preso bene la mira e ha centrato il

vetro quasi volesse colpire la Madonna e utilizzarla come verso bersaglio. Comunque», concludono i residenti della zona, «la statuetta non si è miracolosamente rovinata e il vetro doppio ha resistito, è rimasto perforato solo da uno dei proiettili esplosi».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista