Menu

Comunali, si prepara il corteo Zappalorto ora riduce i tagli

Braccio di ferro in Comune: si sta organizzando la manifestazione di protesta per la Regata Storica Il commissario evita il taglio di 525 mila euro della produttività. «Maestre, nessun licenziamento»

Domenica prossima per la Regata Storica i lavoratori del Comune torneranno a protestare e sicuramente cercheranno la maggiore visibilità possibile, specie a favore di telecamere della Rai impegnata nella diretta della Regata dei gondolini in Canal Grande. A Ca’ Farsetti continua il braccio di ferro con l’amministrazione Zappalorto sui tagli. Ieri dal Comune è stata resa pubblica la proposta della delegazione del Comune, dopo la fumata nera dell’incontro con i sindacati di martedì. Nessun licenziamento; quattro maestre aggiunte, una per ogni plesso con sessanta bambini iscritti, che si aggiunge alla maestra in più già prevista per ogni struttura, oltre a disposizioni finalizzate a ottenere stabilizzazioni e a evitare il più possibile il trasferimento in altre municipalità. Ecco le proposte del Comune ai sindacati per il personale educatore e docente dei nidi e delle scuole dell'infanzia del Comune di Venezia che sciopererà il 23 settembre.

«Le nuove proposte, che non sono state accettate dalle organizzazioni sindacali», scrive in una nota il commissario straordinario Vittorio Zappalorto, « hanno lo scopo di mitigare, per quanto possibile, le ricadute dei tagli sull'occupazione, mantenendo inalterata l'attività didattica. Se da un lato la modifica del regolamento del personale educatore fissa a 1/8 il rapporto insegnante bambini per i divezzi e a 1/6 per i lattanti, è altrettanto vero che l'aumento del numero di maestre proposto diminuisce di fatto tale rapporto, mantenendolo al di sotto del livello fissato dalla Regione Veneto».

Zappalorto ricorda poi che nel Comune di Venezia i lattanti sono i bimbi fino a 15 mesi, «e non fino all'anno, come succede invece in altre realtà territoriali». Sul fronte del contratto del comparto, sul tavolo della trattativa che riprenderà l’8 settembre, dice Zappalorto « il Comune porterà una riduzione di 525 mila euro netti sui tagli relativi al fondo di produttività dei dipendenti, riducendoli infatti da circa 2 milioni a meno di un milione e mezzo di euro». Zappalorto precisa: «Abbiamo cercato di ridurre per quanto possibile i tagli e spero che questa operazione possa essere apprezzata dalle organizzazioni sindacali e portare alla riapertura del dialogo. Si tratta adesso di capire, assieme alle rappresentanze dei lavoratori, come distribuire questi 525 mila euro che abbiamo recuperato dai maggiori introiti derivanti dalle sanzioni al codice della strada e dalle violazioni evidenziate dal sistema Argos». Intanto i sindacati si preparano alla protesta in occasione della Regata Storica. «Stiamo pensando di organizzare un concentramento e poi di arrivare in corteo fino alla sala San Leonardo e da qui raggiungere la sede del Comune ma anche altri luoghi della città», dice Mario Ragno della Uil. Percorso e tappe della protesta si conosceranno nelle prossime ore per una protesta che vedrà i comunali tornare in corteo, dopo la protesta di un migliaio di persone al Lido all’apertura della Mostra del Cinema. Il numero potrebbe essere replicato in occasione della protesta durante la Regata Storica in Canal Grande. Quel che lasciano intuire i sindacalisti è che sarà una protesta che vedrà un corteo di lavoratori toccare

vari punti del centro storico, in primis la sede del Comune a Ca’ Farsetti, ma che vedrà anche un lavoro certosino per posizionare cartelli e striscioni di protesta lungo il Canal Grande, «per ottenere la maggiore visibilità possibile alla nostra protesta».©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro