Quotidiani locali

Autovelox e Targa system, maxi multe in arrivo a Musile

I vigili di Musile hanno sperimentato il sistema che riconosce la targa delle auto senza assicurazione, revisione o rubate: irregolare il 10 per cento dei mezzi

MUSILE. Arriva il «Targa system» sulle strade della Destra Piave. Il Comune di Musile ha dotato la polizia locale, guidata dal comandante Sabrina Spitaleri, di un nuovo strumento tecnologico capace di individuare i veicoli in transito privi di copertura assicurativa oppure non in regola con la revisione, ma anche in grado di scoprire in tempo reale eventuali auto rubate.

La nuova apparecchiatura, che entrerà in funzione a breve, è già stata testata una prima volta sulle strade del territorio comunale. E la prova ha dato risultati sconcertanti. «Abbiamo fatto una prova solo per testare il funzionamento del macchinario e, a fronte di un campione di 900 macchine transitate, circa un dieci per cento, quindi una novantina, è risultata avere dei problemi: stava viaggiando con l’assicurazione scaduta oppure non era in regola con la revisione», spiega il sindaco Gianluca Forcolin, «d’altra parte, sappiamo che i dati sui mezzi che circolano privi di assicurazione o revisione sono preoccupanti. Anche questa è una dimostrazione delle difficoltà economiche che le persone stanno attraversando. Noi non facciamo questi controlli per fare cassa. È un atto di sicurezza nei confronti del cittadino automobilista, ma soprattutto verso chi è vittima di un incidente e, dopo aver subito i danni, si trova anche in difficoltà nel ricevere il giusto risarcimento».

Ci sono novità anche sul fronte degli autovelox fissi da posizionare sulla Statale 14, come da tempo richiesto dai residenti. Il lungo iter autorizzativo ha fatto un ulteriore passo in avanti. Il Comune ha concordato con l’Anas, ente gestore della strada, il posizionamento di una prima colonnina, che sarà installata all’altezza dell’incrocio con le vie Croce e Casera.

«Abbiamo concordato il posizionamento, adesso per terminare l’iter stiamo attendendo il rilascio delle autorizzazioni, secondo le prescrizioni dell’Anas e quanto prevede il codice della strada, che fissa una serie di parametri da rispettare», conclude il sindaco Forcolin. Il primo cittadino ha comunicato le due novità anche in consiglio comunale presentando, durante la discussione sul

bilancio 2014, la relazione sull’attività del corpo di polizia locale. Forcolin ha ricordato anche il recente trasferimento degli agenti nel nuovo comando al piano terra del municipio, che consentirà pure di risparmiare il costo dell’affitto della vecchia sede.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Stampare un libro, ecco come risparmiare