Menu

FIESSO. PICCHIATO IL PROPRIETARIO DELL’APPARTAMENTO

Rapina: condannati due fratelli

Due anni e quattro mesi a testa a Francesco e Salvatore Restivo

FIESSO. Condanna a due anni e quattro mesi di reclusione per i fratelli catanesi Salvatore e Francesco Restivo - appartenenti a una famiglia nomade installata in un campo a Ballò di Mirano - autori ad ottobre di una violenta rapina, con tanto di pestaggio del proprietario dell’appartamento, che stavano svaligiando nella notte e che si era svegliato all’improvviso, dando l’allarme .

Ieri il giudizio con rito abbreviato, grazie al quale si usufruisce di uno sconto di un terzo della pena, in cambio di un processo più veloce, davanti al giudice per le udienze preliminari Vicinanza, che ha condannato a due anni e quattro mesi i due fratelli, difesi dall’avvocato Mauro Serpico. Il pm Roberto Terzo aveva chiesto una condanna a tre anni e mezzo.

Il colpo è stato portato a termine nella notte tra il 10 e 11 ottobre, in una casa di via Silvio Pellico a Fiesso d'Artico. I fratelli Restivo, assieme a un complice, erano riusciti a penetrare nell'abitazione e a fare man bassa, mettendo soldi e oggetti di valore in un sacco. Ma il padrone di casa era stato svegliato dai rumori e si era alzato. L'uomo ha tentato di difendersi, ma i malviventi hanno avuto la meglio, ferendolo a pugni e calci e lasciandolo a terra dolorante. Poi sono scappati a bordo di una Bmw nera rubata poco tempo prima a Rossano Veneto, nel vicentino.

L'uomo ha subito dato

l’allarme: in poco tempo sul posto sono arrivati i militari della caserma di Stra che, insieme a quelli della compagnia di Chioggia, che in breve hanno rintracciato i due fratelli, poi riconosciuti dall'uomo che, ferito, ha subito lesioni con oltre 30 giorni di prognosi.

(r.d.r.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro