Menu

Migliaia di fenicotteri nidificano in laguna nelle barene artificiali

Segnalati in Palude della Rosa, di Cona e di Campalto Il biologo Scarton: «Presenti molte specie di uccelli protetti»

I fenicotteri rosa non solo sono tornati numerosi nella laguna di Venezia - con oltre 2 mila coppie monitorate in Valle Paleazza - ma stanno colonizzando anche le barene artificiali costruite ericostruite, nell’ambito degli interventi di salvaguardia di Venezia. «Dal 2009 al 2012», afferma Francesco Scarton, biologo naturalista che monitora per il Consorzio Venezia Nuova l’equilibrio dell’ecosistema lagunare, «i casi di nidificazione di fenicotteri nella laguna di Venezia sono rimasti saltuari e solo lo scorso anno una colonia di grandi dimensioni si è riprodotta con successo. La valli sono state scelte, molto probabilmente, per la buona disponibilità alimentare e per l’assoluta tranquillità». Negli ultimi vent’anni, gli interventi di ricostruzione di barene artificiali sono stato circa 120 per oltre 1.600 ettari, realizzati dal Magistrato alle Acque attraverso il Cosnorzio. «In questi mesi primaverili», aggiunge Scarton, «è stata documentata la presenza, finora mai registrata, di fenicotteri rosa nella Palude della Rosa, di Cona e di Campalto - dove sono state realizzate opere complesse di canalizzazione delle acque - e nell’area del lago dei Teneri e del lago Ravaggio». In inverno migliaia di “piovanelli pancianera”, “chiurli maggiori” e “pivieresse” frequentano le barene per la ricerca del cibo o la sosta durante le alte maree. Mentre nei periodi di migrazione, “corriere grosso”, “totano moro”, “pantana” le utilizzano per la sosta: «Finora mancava il fenicottero che da oggi può tornare a essere considerato una presenza stabile sulle barene artificiali lungo il Canale Cornio, nel Lago dei Teneri o nei pressi del Canale Malamocco-Marghera», conclude il biologo naturalista, «la presenza di varie comunità di uccelli nelle aree della laguna è un evidente indicatore ambientale di equilibrio dell’ecosistema. La quasi totalità delle colonie di “sterne comuni”, “fraticelli” e “beccapesci” (specie di interesse comunitario)

si sono insediate sulle barene artificiali. La continua osservazione potrà dirci, nei prossimi anni, se la laguna di Venezia, come tutto lascia supporre, sarà divenuto il sito più a nord dell’intero bacino del Mediterraneo di regolare nidificazione del fenicottero». (r.d.r.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro