Menu

Polizia locale Unico distretto in sette comuni

Polizia locale, si va verso un unico grande distretto che potrà arrivare fino a sette Comuni del Basso Piave, tra litorale e entroterra. Ieri mattina in Comune, un nuovo incontro cui hanno...

Polizia locale, si va verso un unico grande distretto che potrà arrivare fino a sette Comuni del Basso Piave, tra litorale e entroterra. Ieri mattina in Comune, un nuovo incontro cui hanno partecipato sindaci e i rappresentanti dei Comuni di Cavallino Treporti, Jesolo, Eraclea, San Donà, Noventa, Ceggia, Torre di Mosto.

Si è convenuto di proseguire verso una nuova cooperazione delle forze di polizia locale, anche se permangono delle perplessità, ad esempio a Musile. L'obiettivo è un unico distretto che possa riunire tutti i Comuni interessati a potenziare la forza degli organici e anche le risorse cui sarà più facile accedere in futuro.

L'idea di fondo, dunque, non è tramontata, ma è chiaro che ci vorrà del tempo per attuarla, anche perché burocrazia e, spesso, politica rappresentanto ostacoli non facili da sormontare.

La prima ipotesi di unione tra San Donà e Jesolo, che sembrava alla portata in breve tempo, addirittura prima dell'estate, non è stata possibile, a quanto pare perché erano in vigore altre convenzioni e accordi sul litorale. Ma anche ieri, i primi cittadini hanno manifestato

l'intenzione forte di unirsi in un unico grande distretto territoriale, che possa contare sull'unione delle forze in organico, quindi l'armamento e servizi versatili nelle 24 ore a seconda delle esigenze manifestate sul territorio e i problemi di viabilità oppure sicurezza. (g.ca.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro