Menu

“Basta slot nei bar” Cinquanta firme in poche ore a Stra

Ieri il volantinaggio al mercato, presto uno “slot mob” si beve il caffè soltanto nei locali senza macchinette

STRA. Oltre 50 firme in poche ore per chiedere una legge di iniziativa popolare contro il gioco d’azzardo sono state raccolte ieri durante il mercato settimanale.

Promotore dell’iniziativa è Stefano Valentini, assessore ai Servizi sociali, che assieme ad alcuni volontari ha posizionato un tavolo davanti al sagrato della chiesa. «Hanno firmato sia cittadini residenti che persone provenienti da altri comuni» spiega «L’obiettivo è creare una nuova legge in 21 articoli per riordinare in un codice unico le norme sul gioco d’azzardo necessarie per prevenire davvero le conseguenze nocive di questo gioco. I comuni dovrebbero poi avere più potere in merito alle autorizzazioni per l’apertura di sale e l’installazione di apparecchi per il gioco».

Molti i cittadini che si sono avvicinati al banchetto per ricevere informazioni e per porre la propria firma. «Firmo subito» ha detto una donna, «non posso sopportare il tintinnio dei soldi e il rumore della macchinette quando vado in bar a bere il caffè». Altri sostengono che dovrebbero essere create delle zone dedicate. «Prevedano un’area riservata» ha commentato un signore, «per evitare che le macchinette siano in mezzo al locale».

Il comune di Stra è stato il primo rivierasco, con deliberazione unanime del consiglio comunale, ad aderire al “Manifesto dei sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo” promosso da Lega autonomie e Terre di Mezzo. «Assieme agli altri comuni, all’Asl 13 e ad associazioni di giocatori e familiari abbiamo organizzato due convegni», prosegue Valentini, «adesso stiamo promuovendo la raccolta firme che andrà avanti fino al 10 marzo. Chi fosse interessato può recarsi all’ufficio anagrafe o venire il mercoledì durante il mercato. Mi fa piacere che ci siano state così tante adesioni tra cui quelle dei giovani dell’associazione “Il Grido”. A Stra abbiamo bar e tabaccherie con slot machine e altri che volontariamente sono senza. Inoltre trovo poco etico che in alcuni uffici postali vengano messi in bella vista davanti agli sportelli dei biglietti Gratta e Vinci». I progetti

dell’assessore sono molti. «Vogliamo promuovere a Stra uno Slot Mob contro il gioco d'azzardo. Ci troveremo in piazza e andremo a bere un caffè in un locale slot free dove non sono presenti le slot machine. Questi locali devono essere premiati e promossi».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro