Quotidiani locali

La comunità veneziana di Instagram

Gli “Igers” e la passione per gli scatti: un milione e 200 mila foto con il tag Venice. Ecco chi sono

Scatta, elabora, condividi, ed è subito Instagram. Slogan in parte rubato al libro di Gianpiero Riva sulla “mobile photography” (la fotografia fatta solo con smarthphone), per raccontare il successo, anche a Venezia, di un socialnetwork che in pochi anni è diventato un punto di riferimento, in tutto il mondo, per cento milioni di persone. Instagram è l’applicazione che consente di condividere, in rete, i propri scatti da smarthphone o tablet.

E Instagram a Venezia vuol dire soprattutto @igersvenezia. Cioè il profilo Instagram del gruppo che aderisce al network “@igers”, la community più consistente, al mondo, di “igers”.

Gli “igers” sono i “fotografi istantanei mobili” che usano Instagram. L’acronimo va letto in questo modo: IG, sta per InstaGram; Iger è quindi colui che usa Instagram; e Igers ne è il plurale. Venezia e i suoi eventi sono un “Bengodi” per gli “igers”, basti pensare che su Instagram digitando l’hashtag #venice, compaiono quasi un milione e 200mila post. Cioe foto. Dietro al profilo di @igersvenezia, c’è una signora assai nota in città. C’è, infatti, Laura Scarpa, una professionista che da decenni lavora nel mondo degli eventi e del turismo ed è una dei due soci di “Venezia da Vivere”, un’agenzia di comunicazione con un sito tra i più visitati in città. Messi assieme la città, l’arte e gli eventi che quotidianamente si svolgono in laguna, Venezia ha ospitato diversi e tra i più famosi “instameet” (raduni di igers), a livello mondiale. In occasione del Carnevale, di ArtNight e dell’inaugurazione della Biennale Arte. ranro per ricordare i principali. Proprio in occasione dell’inaugurazione della Biennale, a giugno, sono apparsi evidenti le potenzialità di Instagram sul fronte della comunicazione. Infatti @igersvenezia ha invitato 20 igers a livello internazionale. Tra questi Phil Gonzalez (@philgonzalez), lo spagnolo fondatore del network “igers”, Gianpiero Riva (@giariv) e Thomas Kakareko (@thomas_k), tanto per ricordare i principali protagonisti. Complessivamente i venti igers hanno un potenziale di oltre

un milione di followers, i pron rffiunte con le proprie foto. Per quattro giorni, con i loro scatti, hanno garantito una diretta fotografica a livello mondiale sulla Biennale.

E ora la Mostra del Cinema e altri “igers” pronti a scattare, elaborare e a condividere.

Carlo Mion

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore