Menu

Poveri e senza tetto. Multati per “occupazione di suolo pubblico”

A Portogruaro 120 euro di sanzione a una coppia italiana costretta a dormire all’aperto. «Ci comportiamo bene e sognamo un lavoro»

di Rosario Padovano

PORTOGRUARO. Sono giovani e si trovano già in mezzo a una strada. Dormono all’aperto, sotto la neve, rischiando di morire per assideramento, in questi giorni di freddo pungente. L’altro giorno sono stati multati per “occupazione di suolo pubblico”, e ieri sono stati portati al comando della polizia locale.

I loro nomi sono Maria Puddu, 18 anni, e Manuele Melis, 26 anni. Si difendono dal freddo con sciarpe, cappelli e maglioni pesanti. Chiedono un lavoro, qualsiasi lavoro, per trovare una sistemazione e andare avanti. Lei è originaria di Orgosolo, ma ha vissuto fino a pochi anni fa in Toscana. Lui pure è originario della Sardegna, di Nuoro, e ha vissuto a Vicenza.

La vita li ha sbattuti in mezzo a una strada. Per loro, arrivati qui un mese fa, la vita non è affatto facile e a ogni ora della notte e del giorno può riservare cattive o buone sorprese. Possono permettersi di consumare un caffè al giorno. «Lo prendiamo lungo, così facciamo metà per uno», racconta

Manuele Melis, «ci laviamo nei bagni dei bar. Prima va lei, poi vado io. Qualcuno ci regala dei biscotti per mangiare. Patiamo la fame. E siamo due senzatetto».

Tutti i particolari nel giornale in edicola e nell’edizione web in abbonamento.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro