Quotidiani locali

«Cerco uno sponsor per sposare il padre delle mie bambine»

Mira. L’uomo ha perso la vista dopo un intervento chirurgico: «Non riusciamo più a pagare il mutuo»

MIRA. La crisi in questo periodo sta attanagliando i vari comparti economici e molte famiglie italiane che non riescono ad arrivare a fine mese. Una di queste storie è quella di Adriana Genovese e Ugo Confalone, genitori di due bambine, una di 7 mesi e l’altra di 4 anni, Francesca e Alessandra. Rispetto al contesto attuale i due genitori si amano e a dispetto dei divorzi che, in Italia, aumentano ogni anno, vorrebbero coronare il loro sogno d’amore con un matrimonio in grande stile. Ma la situazione economica e familiare impedisce ai due di convolare a giuste nozze e garantire così tutti i diritti ai coniugi e alle due bambine. Per questo lanciano un appello affinché qualcuno possa prendere in considerazione la loro situazione e li aiuti a celebrare la loro favola d’amore.

«La mia storia comincia cinque anni fa quando conosco Ugo», racconta la signora Adriana, «è nato l’amore e dopo solo tre settimane lui mi ha chiesto un figlio. Non chiedetemi perché ma mi sono fidata. Esattamente nove mesi dopo è nata Alessandra, la nostra primogenita. Fin qui la nostra storia d’amore era bellissima e come tante altre. Ma purtroppo è cominciato il nostro fardello. Volevamo sposarci ma purtroppo la giustizia italiana ci ha bloccato. Ugo, infatti, dodici anni fa ha sostenuto un’operazione agli occhi. Sembrava semplice ma invece così non è stato e l’operazione è andata male. Ora non riesce più a vedere bene e di notte non vede per niente. Senza considerare che con l’avanzare dell’età vedrà sempre meno. Così ha deciso di intentare causa ma dopo dodici anni è arrivata la batosta: ha perso. La giustizia ha dichiarato che la colpa è dei suoi occhi e lo ha condannato anche a pagare tutte le spese processuali. Ora ci ritroviamo con 600 euro a testa di mutuo da pagare, un quinto suo dello stipendio pignorato. Ben presto non ce la faremo

più a pagare perché con due bambine è dura e pertanto la casa verrà pignorata. Tutto questo senza poter coronare la nostra favola. Per questo cerchiamo qualcuno che sia disposto a sponsorizzarci e aiutarci realizzando così il nostro sogno d’amore e di famiglia».

Davide Massaro

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare