Menu

portogruarese

Notte in bianco per il maltempo

Allarme nel weekend a causa dell’ingrossamento dei fiumi

PORTOGRUARO. Allarme in gran parte del Veneto Orientale per l’ingrossamento dei fiumi e dei canali tra la notte di sabato e l’alba di ieri. Consorzio di bonifica, Protezione civile e pompieri di Portogruaro hanno evitato il disastro. L’intervento dei vigili del fuoco, sabato sera a San Giorgio al Tagliamento, è stato senza dubbio il più complicato. Cinque persone, finite nel fosso a bordo di due macchine e un furgone, sono state tratte in salvo prima che le vetture si inabissassero in via Montalbano, nel fossato colmo d’acqua. Non è stato però l’unico intervento effettuato. Dalle 23 in poi, infatti, i pompieri hanno dovuto lavorare in sinergia con i volontari di Protezione civile e con gli operai del Consorzio Veneto orientale, avvertiti dai residenti di Gruaro, Concordia, Portogruaro, San Michele, Teglio Veneto e Fossalta. È stata una notte trascorsa in bianco. L’acqua ha invaso le colture, provocando enormi danni. Ma soprattutto i corsi d’acqua avevano raggiunto livelli preoccupanti. Sulla parte più orientale del Portogruarese in poche ore erano caduti 100 millimetri di pioggia e soprattutto il Lemene e le rogge si erano gonfiate anche per le abbondanti precipitazioni registrati in Friuli, più copiose rispetto a questa parte del Veneziano. A Gruaro, per l’ingrossamento del fiume Lemene, è stata invasa dall’acqua via Roncis. Al limite il livello del

corso d’acqua di confine a Bagnara e Boldara. La Versiola si è fatta cattiva, allagando i campi di Gruaro (a rischio la nuova casa di riposo, fatta costruire in un punto decisamente poco ortodosso) e a Giai. (r.p.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro