Menu

Scontro frontale, grave un ristoratore

Ceggia. L’uomo stava annegando ma un soccorritore gli ha tenuto la testa fuori dall’acqua facendolo respirare con un tubo

CEGGIA. Uno spaventoso scontro frontale tra un’auto e un camion, i due mezzi che finiscono nel fossato e il conducente della vettura, un commerciante 54enne di Portogruaro, Gianni Morutto, gestore del bar ristorantino Manin, è ricoverato in ospedale in gravissime condizioni. E se è ancora vivo il merito va a Ivano Marcon, che gli ha prestato i primissimi soccorsi, consentendogli di respirare grazie a un piccolo tubicino trovato sul posto e sostenendogli la testa fuori dall’acqua.

Pochi istanti dopo sul posto si sono precipitati i vigili del fuoco di San Donà, con diversi mezzi e l’autogru. I pompieri hanno applicato un secondo tubicino, più professionale, per consentire a Morutto di respirare e quindi lo hanno estratto dalle lamiere.

È il racconto dell’ennesimo incidente avvenuto all’altezza del grande curvone lungo la Statale 14 «Triestina» tra Ceggia e Pra’ di Levada, nelle vicinanze del ponte romano. Lo schianto si è verificato ieri mattina, poco prima delle 11. Per cause ancora in corso di accertamento, si sono urtati frontalmente in piena curva una Ford Focus condotta da Morutto e un camion Iveco Magirus della ditta Zago Costruzioni di Ceggia, alla cui guida si trovava B.V., 51 anni, di Musile.

Il camion, adibito al trasporto terra, procedeva in direzione Ceggia, mentre l’auto veniva dalle opposta. L’impatto è stato violentissimo tanto che entrambi i mezzi sono finiti fuoristrada, mentre sparsi per tutta la carreggiata sono rimasti pezzi di motore e di carrozzeria. Il camion ha terminato la sua corsa, con il rimorchio semi ribaltato, sul terreno adiacente la statale. Molto peggio è andata all’auto, che si è infilata all’interno del fossato, con la parte anteriore dell’abitacolo immersa in una trentina di centimetri di acqua. Morutto è rimasto intrappolato tra le lamiere, correndo il serio pericolo di morire affogato. Sul luogo dell’incidente, richiamati dal fragore dello schianto, si sono precipitati subito alcuni residenti delle case vicine, tra cui Ivano Marcon con il suo prezioso intervento per far respirare il commerciante.

Nel frattempo a Ceggia è arrivata anche l’ambulanza del Suem 118 e l’elisoccorso che è atterrato su un campo vicino alla strada. Le condizioni di Morutto sono apparse fin da subito gravissime, tanto che i sanitari ne hanno disposto il trasporto d’urgenza in elicottero all’ospedale di Mestre. Praticamente illeso, a parte qualche contusione, il conducente del camion, comprensibilmente sotto choc. Ad accertarsi delle sue condizioni sono giunti sul luogo dell’incidente alcuni

colleghi e uno dei titolari della Zago Costruzioni. I rilievi di legge sono stati svolti dalla polstrada di Portogruaro, con il supporto della polizia locale di Ceggia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

GUARDA E COMMENTA

SUL SITO

WWW.NUOVAVENEZIA.IT

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro