Quotidiani locali

Preso con tre etti di droga dalla Finanza

Spacciatore fermato a Lison di Portogruaro. Auto sequestrata anche per l’Rca falsificata

PORTOGRUARO. Un uomo di 30 anni, marocchino, L.M., è stato condannato a 2 anni di reclusione, pena sospesa, per essere stato trovato in possesso di 3 panetti di hascisc per un peso complessivo di 300 grammi.

L’arresto, operato dalla guardia di finanza è avvenuto nei pressi di un bar a Lison di Portogruaro. L.M. si è trasferito prima di Natale a Summaga, proveniente da Ceggia. Il blitz delle Fiamme Gialle è stato curato nei minimi dettagli. Le indagini infatti erano state avviate nei primi giorni dell’anno nuovo, quando i finanzieri avevano notato strani movimenti di questo magrebino da poco domiciliato nel Portogruarese. L’uomo infatti era un disoccupato, e aveva amicizie che facevano sorgere qualche dubbio. Si faceva infatti accompagnare da persone che in passato hanno avuto problemi con la giustizia, proprio inerenti allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Sabato scorso L.M., che da disoccupato poteva dunque godere di molto tempo libero, era stato notato ai tavolini del suo bar preferito, a Lison. È stato così fermato dai finanzieri, mostrando segnali di nervosismo. Con mille scuse ha cercato di allontanare le Fiamme Gialle dalla propria vettura, parcheggiata di fronte al bar, una Peugeot 306 station wagon, un automobile che un disoccupato non può certo permettersi. I finanzieri hanno avuto la giusta intuizione. Nascosti sotto il sedile anteriore del lato passeggero erano ben occultati 3 panetti di hascisc, per un peso complessivo di 300 grammi. Si è svolto il processo per direttissima. La corte ha convalidato l’arresto per detenzione di droga, condannando il marocchino a 2 anni di reclusione e a 3mila euro di multa. La pena però è stata sospesa grazie alla legge “anti manette facili” voluta dai precedenti governi. Quindi L.M. è potuto rientrare nella sua abitazione di Summaga. Ma non basta, perché la Peugeot 306 aveva l’assicurazione falsa.

L’uomo ha subìto il sequestro della macchina, il ritiro della patente ed è stato quindi denunciato per falso in atto privato. Dovrà pagare una multa che parte da un minimo di 2659 euro, che si sommerà alla sanzione per la condanna rimediata nel processo. Infine la guardia di finanza di Portogruaro, sempre a Lison, ha segnalato

al prefetto un minorenne trovato in possesso di un grammo di marjiuana e un grammo di ecstasy, per uso personale. Con la segnalazione alla Prefettura sarà molto difficile, per lui, conseguire la patente di guida.

Rosario Padovano

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro