Menu

Allarmi bomba, un solo telefonista

È l’ipotesi più accreditata dai carabinieri per le chiamate al Valecenter e all’Outlet

Accertamenti tecnici sono in corso per individuare da quali telefoni sono partite le due chiamate che sabato sera hanno fatto scattare l’allarme attentato all’Outel di Noventa di Piave e al Valecenter di Marcon. I carabinieri del comando provinciale, tra l’altro, non escludono che il telefono sia lo stesso. In sostanza che la persona che ha creato il panico sia unica.

La prima telefonata, poco dopo le 19, è avvenuta a Noventa mentre la seconda a Marcon una ventina di minuti dopo. Entrambe sono state fatte alla direzione dei centri commerciali. In un caso il telefonista anonimo che annunciava lo scoppio di una bomba mezz’ora dopo, prima di terminare la conversazione ha detto: «Buon Anno».

Ci vorranno alcuni giorni per stabilire da quale telefono o da quali telefoni sono partite le chiamate. In entrambi i casi a farle è stato un uomo. Chi le ha ricevute non ha saputo dire se l’anonimo telefonista aveva particolari inflessioni dialettali nella parlata.

Da capire anche il movente delle due telefonate che secondo gli investigatori dell’Arma non sono di un mitomane. Infatti sono state fatte a due dei centri commerciali più frequentati in questo periodo di saldi. Coloro che possono avere il dente avvelenato contro l’outlet e il Valecenter sono parecchi. Perché sono molteplici i motivi che possono aver creato malcontento: dal fatto che una grande parte dei commercianti nonostante il periodo dei saldi ha i negozi vuoti, mentre i centri sono stracolmi; ci sono molte proteste per il traffico derivato dall’afflusso

e non ultimo non c’è da escludere che si tratti dell’azione di qualche integralista che si batte contro l’apertura domenicale dei centri commerciali.

Sta di fatto che i due allarmi hanno creato non poco panico tra i clienti dei due centri commerciali e gli stessi dipendenti.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro