Quotidiani locali

Schianto nella nebbia salva una donna incinta

San Stino. Una precedenza saltata ha provocato l’incidente verso mezzogiorno Coinvolti una famiglia di Ceggia su una Golf e un giovane alla guida di una Punto

SAN STINO. Momenti di paura ieri attorno a mezzogiorno per un incidente stradale, che ha visto, tra i coinvolti, anche una donna al quinto mese di gravidanza. La signora, di 32 anni di origini marocchine, è stata sottoposta a visita ginecologica all'ospedale di Portogruaro e si trova ora ricoverata in osservazione, visto lo stato della donna. Il nascituro non avrebbe comunque subito conseguenze, anche se l'impatto c'è stato.

In quel momento su San Stino gravava una fitta nebbia. La signora viaggiava sul sedile posteriore a bordo di una Golf guidata dal marito, un 46enne. Entrambi sono residenti a Ceggia e in loro compagnia, lungo il tragitto, c'era anche la loro primogenita, una bambina di tre anni. La piccola faceva compagnia alla madre sempre seduta sui sedili posteriori. L'incidente è avvenuto nella zona del cimitero di Corbolone, all'incrocio tra via Pordenone, la strada che porta al camposanto, e via Sorelle Grandosso, una via periferica della frazione sanstinese.

Probabilmente per una mancata precedenza dovuta alla fitta nebbia si è verificato l'incidente tra la Golf in cui viaggiava la famiglia marocchina, e una Grande Punto guidata da una 26enne residente a San Stino. L'urto è stato violento e la Golf è stata catapultata nel fossato laterale. L'uomo è riuscito a liberarsi subito, cercando di aiutare la moglie e la figlia, in preda a una crisi di pianto per il grande spavento.

Sul posto, tra comprensibili difficoltà, si è portata un'ambulanza del Suem 118, partita da Portogruaro, oltre a una pattuglia della polizia locale di San Stino, giunta per eseguire i rilievi di legge e quindi stabilire la dinamica dell'incidente. Nonostante la fitta caligine molti curiosi si sono portati sul luogo dell'incidente, senza tuttavia ostacolare le operazioni di primo soccorso.

A preoccupare maggiormente erano le condizioni della puerpera. Le altre tre persone coinvolte nell'incidente, infatti, non avevano rimediato alcuna ferita, se non qualche lieve contusione. La 32enne è stata adagiata, con tutte le precauzioni del caso, sulla lettiga e poi caricata sull'ambulanza. Il mezzo di soccorso ha sfidato la nebbia raggiungendo l'ospedale di

Portogruaro. Dopo una prima visita al pronto soccorso la donna è stata trasferita nel reparto di ginecologia per una visita approfondita che si è conclusa nel primo pomeriggio. Al termine è stata trattenuta in osservazione.

Rosario Padovano

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista