Menu

jesolo

L’unione dei sindaci della costa

Per avere posizioni uniche su demanio marittimo e difesa costiera

JESOLO. Un incontro ufficiale per l’istituzione del primo tavolo tecnico del demanio marittimo. Dieci sindaci della costa veneziana, con in testa il sindaco di Venezia Orsoni, si sono trovati a Jesolo con Valerio Zoggia, sindaco ospite, per firmare il documento che stabilisce come d'ora in poi lavoreranno assieme per affrontare tutte le questioni che riguardano le spiagge, quali le leggi europee e la legge antifrode Bolkenstein, piuttosto che l'erosione marina. Questo perché i sindaci uniti possono contare molto di più.

Presenti sindaci di Caorle, Cavallino Treporti, Chioggia, Eraclea, Jesolo, Porto Tolle, Porto Viro, Rosolina, San Michele al Tagliamento e Venezia. l’accordo firmato sarà valido cinque anni e nasce per definire iniziative comuni per una gestione rinnovata del Demanio Marittimo. Un nuovo modo di affrontare problemi e questioni che riguardano tutti e che nei prossimi anni vedranno molti nodi da sciogliere. Si affronteranno così le sfide del futuro, attraverso quello che sta diventando a tutti gli effetti un organo consultivo per coordinare le varie iniziative e una gestione uniforme della materia. Le proposte non avranno solo un respiro regionale, ma anche nazionale.

«Con la firma di questo protocollo», sostiene il sindaco Zoggia,

«andiamo a creare un'importante sinergia tra i vari sindaci del litorale. Il nostro intento è quello di valorizzare le risorse, preservandole dai cambiamenti in atto, tra i quali la direttiva Bolkenstein, quindi elaborare modelli operativi omogenei e condivisi». (g.ca.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro