Menu

SAN DONà

Questione sicurezza presto un Consiglio

Sicurezza nel Sandonatese ancora in primo piano, presto un Consiglio comunale in seduta straordinaria. Sia San Donà sia Musile si stanno muovendo per cercare di sensibilizzare la popolazione a...

Sicurezza nel Sandonatese ancora in primo piano, presto un Consiglio comunale in seduta straordinaria. Sia San Donà sia Musile si stanno muovendo per cercare di sensibilizzare la popolazione a seguito degli ultimi episodi tra rapine e sequestri. A San Donà ci sono stati diversi fatti di cronaca che hanno destato preoccupazione, non ultima la violenta rapina alla pizzeria per asporto e kebab vicino a piazza Indipendenza, con l'arresto quasi immediato dei responsabili, quattro giovani del posto di origine albanese.

I dati non sono allarmanti, ma questi episodi fanno riflettere assieme alla circostanza delle tante mancate denunce di chi ha subito dei furti e non vuole perdere giornate in commissariati, compagnie, stazioni. L'assessore alla sicurezza Alberto Schibuola, fa il punto della situazione nel Basso Piave e chiede attenzione e senso civico ai cittadini. «Per prima cosa», dice, «voglio esprimere un plauso ai carabinieri che hanno rapidamente risolto il caso della rapina al kebab. Ancora una volta si è dimostrata fondamentale la immediata denuncia del fatto da parte dei cittadini. Colgo l'occasione per invitare tutti a non farsi prendere dalla pigrizia o dalla poca fiducia nelle forze dell' ordine. Questi uomini sono sempre presenti sul territorio e rischiano la loro incolumità per la nostra sicurezza. Pertanto diamo loro fiducia».

Chiede dunque la collaborazione dei cittadini, non tanto e non più sotto forma di ronde, organizzazione ormai sorpassata e strumentalizzata politicamente. L'obiettivo è sensibilizzare la popolazione perché risponda agli stimoli, collabori lanciando tempestivamente allarmi e fornendo informazioni importanti. «Organizziamoci nel territorio», dice, «per dare sempre informazioni dettagliate alle forze dell'ordine. Facciamo sentire la nostra voce perché siamo stanchi che dopo pochi giorni questi delinquenti siano messi in libertà. Sono curioso di vedere questi ultimi arrestati quanti giorni resteranno in carcere, poi ne riparleremo».

Anche a Musile, il sindaco Gianluca Forcolin ha parlato di una conferenza dei servizi sulla sicurezza, dopo i numerosi furti nella zona industriale, mentre

a Fossalta di Piave il sindaco Massimo Sensini sta organizzando un convegno sulla scia emozionale della violenta rapina ai danni di una donna sola sequestra e poi liberata dopo il furto della cassaforte. (g.ca.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro