Quotidiani locali

Concordia, gasolio sversato Terminata opera di bonifica

CONCORDIA. Emergenza inquinamento terminata due giorni dopo i furti avvenuti tra Veneto orientale e Bassa Friulana. I banditi, per procacciarsi il carburante, non avevano esitato infatti a sventrare...

CONCORDIA. Emergenza inquinamento terminata due giorni dopo i furti avvenuti tra Veneto orientale e Bassa Friulana. I banditi, per procacciarsi il carburante, non avevano esitato infatti a sventrare un cisterna di gasolio agricolo all’interno dell’azienda agricola Tambasco di via Udine a Cintello di Teglio Veneto, riversando quindi 500 litri in una roggia che si collega col fiume Lemene. Il triste spettacolo della marea nera era ben visibile per tutta la giornata di giovedì, anche ai mulini di Portogruaro. Un’ultima barriera era stata predisposta a Concordia Sagittaria, all’altezza del ponte pedonale rosso che unisce le sponde di Concordia e Portogruaro. Ieri mattina una ditta specializzata è stata incaricata della bonifica di tutto il corso d’acqua, completando l’opera nel pomeriggio con la collaborazione preziosa di vigili del fuoco e Protezione civile. Intanto i carabinieri hanno trovato alcune tracce importanti per risalire agli autori della catena

di furti, che ha riguardato anche la villetta di un impresario attivo nella sicurezza stradale. La vettura dei banditi dopo la prima razzia ha incrociato quella di una guardia giurata, sfiorando il frontale.(r.p.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista