Menu

Regista caduto dal terrazzo, rischio paralisi

Pramaggiore. Il 70enne ospite della madre ha riportato una lesione alla colonna vertebrale

PRAMAGGIORE. Sono drammatiche le conseguenze della caduta dal balcone del produttore e regista romano Gianni Barcelloni Corte, 70 anni. L’uomo, nativo di Ancona e alloggiato in questi giorni di festa a casa della 99enne madre Giulia Scotti, ha rimediato una frattura alla colonna vertebrale.

I medici che lo tengono in cura all’ospedale civile di Portogruaro non si sbilanciano e stanno valutando le conseguenze dell’incidente.

Barcelloni Corte, noto nell’ambiente cinematografico italiano per la sua collaborazione e amicizia con il regista, poeta e scrittore Pierpaolo Pasolini, rischia di rimanere paralizzato. Gianni Barcelloni Corte, che ha 2 figli, è attorniato da parenti che si recano ogni ora al suo capezzale. Il pomeriggio del 2 novembre, una data a lui triste perché gli ricorda l’anniversario della morte dell’amico Pasolini, Gianni Barcelloni Corte si era recato al ristorante Allo Scarpone ordinando alla titolare, la signora Nadia Mazzaracca, il menu per il pranzo che l’uomo avrebbe dovuto consumare il giorno successivo, cioè nel primo pomeriggio di ieri. È poi tornato nell’abitazione della madre dove lui steso soggiornava arrivato da Roma, in via Barazzetto, nelle campagne di Blessaglia. Sul terrazzino di casa ha smarrito gli occhiali e cercandoli sul pavimento non si è accorto che si stava avvicinando troppo al parapetto. Si è sporto ed è caduto da un’altezza di 3 metri. I familiari escludono categoricamente un tentativo di suicidio. Sul posto, su richiesta del Suem sono arrivati anche i carabinieri per capire come era avvenuto l’incidente domestico. Barcelloni Corte è sempre rimasto cosciente e inizialmente lamentava forti dolori all’addome. Il risultato della Tac, pronto solo nella notte di ieri, ha evidenziato un problema ancora più importante. Una frattura alla colonna vertebrale e la lesione, parziale di una vertebra.

I familiari stanno valutando la possibilità di trasferire Barcelloni Corte in un centro riabilitativo che si trova nei presi di Bologna, ma si attende l’arrivo dei figli, impegnati altrove quando sono stati raggiunti dalla notizia del drammatico incidente domestico. Barcelloni Corte ha collaborato con

la Rai, e ha scritto anche alcuni soggetti per il cinema. Era amico di Pierpaolo Pasolini (il film “Porcile” è il più celebre di quelli da lui prodotti) e ha collaborato anche con lo scrittore Alberto Moravia.(r.p.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro