Menu

FOSSALTA DI PIAVE

«I soldi del Patto non arriveranno»

Il sindaco Sensini sfida Viola e Forcolin: mi commissarino pure

FOSSALTA DI PIAVE. «Mi vogliono togliere quale soggetto responsabile del patto? Facciano pure, è tutta una truffa». Il sindaco di Fossalta di Piave Massimo Sensini non usa mezzi termini.

L'onorevole Rodolfo Viola nei giorni scorsi ha chiesto il suo commissariamento quale soggetto responsabile del patto territoriale che doveva portare, ancora nel 1998-99, circa 600 mila euro sul territorio per le imprese del Veneto orientale. Da allora non si è visto nulla e l'onorevole del Pd ha imputato all'inerzia di Fossalta le cause dei ritardi del Ministero per lo Sviluppo economico.

Ieri anche Gianluca Forcolin, sindaco di Musile, leghista come Sensini, ha sostenuto l'azione di Viola, suo collega a Montecitorio. «Ho diffidato io stesso il sindaco di Fossalta», dice l'onorevole Forcolin, «perchè faccia qualcosa dopo tutti questi anni. La politica non c'entra nulla e mi pare che Fossalta abbia beneficiato in questi anni di importanti contributi».

Ma Sensini ribatte tranquillo ai due onorevoli. «Mai visti questi soldi che mi attribuiscono per la gestione del patto. Anzi, Fossalta dovrà pagare di tasca sua 53 mila euro legati al sistema informativo territoriale, il Sit, anche se si tratta di un progetto collaterale. Insomma, ben venga il commissariamento perchè abbiamo il dovere, come amministratori pubblici, di spiegare che questi soldi del patto non sono arrivati e non arriveranno e non sappiamo spiegarne il motivo. Prima era tutto arenato, poi è cambiato il Ministro e improvvisamente

sono giunte delle risposte. Ma i soldi non si sono visti e chi li attende da anni deve sapere che questi patti hanno incontrato mille ostacoli e questo non dipendeva certo dal soggetto responsabile». (g.ca.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro