Menu

Troppi piccioni, è allarme sanitario in piazza San Marco

Nonostante il divieto, alcuni ambulanti continuano a vendere granaglie ai turisti che vogliono farsi fotografare circondati dai volatili

VENEZIA. Troppi piccioni in piazza San Marco: tutta colpa di alcuni ambulanti che, in barba ai divieti comunali, continuano a vendere le granaglie ai turisti. Per il «salotto buono» della città, denuncia l’Associazione Piazza San Marco, è ormai allarme sanitario a causa del proliferare indisturbato dei pennuti.

Nonostante l’ordinanza municipale, denuncia l’associazione, nell’area marciana una decina di persone, in gran parte provenienti dal Bangladesh, continuano indisturbati e abusivamente a vendere il grano. Attirano i piccioni spargendo il cibo sul selciato e contemporaneamente vendono i sacchettini di grano ai turisti che si avvicinano, impazienti di farsi la foto di rito circondati dai volatili.

Secondo l’associazione, il fenomeno è vistosamente aumentato dopo il 7 ottobre, data in cui i “San Marco Guardians”, i vigilantes che presidiano l’area, hanno sospeso il servizio di controllo. I vigili municipali presenti in zona, viene denunciato, non

hanno strumenti per intervenire efficacemente perché i venditori abusivi non pagano la multa che viene loro imposta.

L’associazione chiede perciò una maggiore informazione ai turisti e una adeguata cartellonistica per cercare di sensibilizzare anche i visitatori sul problema.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro