Menu

chioggia e riviera

Forte grandinata sulla Romea

Domenica sera il fenomeno ha provocato gravi problemi al traffico

CHIOGGIA. La Romea come una pista di pattinaggio. Colpa della tempesta di grandine che si è abbattuta domenica sera, tra le 22 e le 22.30, trasformando le strade in piste di ghiaccio su cui era davvero difficile mantenere il controllo dei mezzi. Dopo la pioggia battente di tutto il giorno e l’acqua alta che ha fatto capolino in centro con un picco di 135 centimetri che ha mandato fuori uso anche il Baby Mose, la serata ha rivelato un altro devastante scherzo del meteo. Ad un tratto la pioggia che scendeva copiosa si è mista al ghiaccio e ai lati delle strade si sono formate velocemente delle coltri bianche in tutto simili al paesaggio delle nevicate più abbondanti. Uno scenario che ha colto di sorpresa chi si trovava al volante. Guardando il termometro, che segnava 7 gradi, era impossibile pensare alla neve, ma è bastato guardare con attenzione il parabrezza per vedere la grandine scendere come chicchi di caffè. Stesso scenario a Sant’Anna, Isola Verde, Brondolo e Valli. Sul ponte translagunare la percorrenza era possibile solo a 20 chilometri l’ora. Molti automobilisti hanno preferito accostare nelle piazzole di sosta o riparare sotto le tettoie di distributori e bar in attesa che il tempo diventasse più clemente. Molte le strade allagate per effetto concomitante della pioggia e della risalita delle

acque delle fognature. I vigili del fuoco sono intervenuti per mettere in sicurezza alcuni rami pericolanti. Accenno di tempesta anche nei paesi a sud della Riviera, tra Campolongo Maggiore e Campagna Lupia.

Elisabetta Boscolo Anzoletti

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro