Menu

portogruaro

Ladri all’ospedale rubato eco-doppler

PORTOGRUARO. Clamoroso furto su commissione all’ospedale di Portogruaro. È stato infatti trafugato un ecocolor Doppler del valore di 50mila euro dal reparto di neurologia. Si tratta di un importante...

PORTOGRUARO. Clamoroso furto su commissione all’ospedale di Portogruaro. È stato infatti trafugato un ecocolor Doppler del valore di 50mila euro dal reparto di neurologia. Si tratta di un importante strumento utilizzato per la diagnostica vascolare. È possibile che il ladro l’abbia caricato su una borsa da viaggio, approfittando dell’oscurità, Uno degli ingressi più vicini allo strumento è stato forzato. Ma chi è entrato nelle segrete stanze di neurologia ha saputo muoversi con una dimestichezza tale che i carabinieri sospettano possa trattarsi di qualcuno che conoscesse bene quel reparto. Ora a neurologia resta un solo ecocolor Doppler, che verrà utilizzato per eseguire la diagnostica sui pazienti lì ricoverati. Nel frattempo l’Als10 del Veneto Orientale, corre ai ripari. In attesa di un ecocolor nuovo, se ne dirotterà uno “di riserva” a Portogruaro.

L’episodio ha destato sconcerto e clamore a Portogruaro e non solo, visto che la struttura è frequentata anche da pazienti provenienti dal Friuli Venezia Giulia. Tra l’altro il furto rientra in una casistica che si sta facendo davvero preoccupante per il Veneto orientale negli ultimi tempi. Ormai si registra un furto clamoroso al giorno. Il caso dell’ospedale è seguito a quello registrato ad Annone Veneto, dove sono stati portati via da una villetta bifamiliare 2mila euro in contanti e la Golf del proprietario della casa. Per non parlare poi dei tentati furti, tra il Portogruarese e il Caorlese.

Non si riesce a capire poi a che ora il ladro si sia introdotto nella struttura ospedaliera, la notte tra il 17 e 18 ottobre (la denuncia è stata presentata da un’infermiera la mattina di giovedì). La ladro infatti sapeva ben destreggiarsi tra i reparti e una volta raggiunta neurologia ha forzato, con un chiavistello o un cacciavite, una delle porte riservate ai sanitari che vi operano all’interno. Il tutto si sarebbe compiuto in pochi minuti. L’ecocolor Doppler si trovava proprio in una stanza vicina alla porta scassinata. Per il ladro, forse travestito con un camice bianco e la divisa verde da infermiere per non dare nell’occhio, è stato un gioco da ragazzi caricare lo strumento e andarsene. Tra l’altro il reparto di neurologia è privo di telecamere. Non è escluso che il malvivente sapesse anche questo particolare, visto che ha agito a colpo praticamente sicuro. «È rimasto un solo ecocolor a disposizione a neurologia», ha commentato Rita Finotto, direttore della funzione ospedaliera dell’Asl10, «purtroppo i furti accadono, anche negli ospedali

e questo è stato sicuramente su commissione». Nel mondo politico si è scatenato un dibattito sulla chiusura di alcuni reparti dell’ospedale di Portogruaro. Intanto i ladri hanno già portato via qualcosa. (r.p.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro