Menu

ELEZIONI A JESOLO

Sarà Martin il candidato del Pdl

La Lega Nord a caccia del nome giusto per correre da sola

JESOLO

E' Renato Martin il candidato del Pdl. E per Natale, sotto l'albero ci sarà anche il candidato ufficiale della Lega che correrà da sola secondo le ultime direttive. Non solo, in occasione di uno degli ultimi incontri conviviali si è riunita attorno alla "tavola rotonda", dalle parti di piazza Nember, un gruppo folto di sostenitori di Martin che vanno dal Pdl di opposizione ai fedelissimi dell'ex assessore Ezio Casarin, quindi la lista Martin e Amorino De Zotti. Il tutto con la benedizione di Moreno Teso.

Altro che primarie. Dopo i due mandati di Francesco Calzavara, ecco che torna un nome altisonante della politica jesolana, quel Renato Martin che dopo l'ascesa improvvisa nella Lega degli anni ’90, fece di tutto per perdere treni e contestare i vertici del Carroccio, assieme all'ideologo Fabrizio Dal Col che poi a sua volta divorziò da Martin. Stessi nomi, stessi albergatori, tanto che qualcuno, in primis Daniele Bison, ha parlato di lobby e gruppi di pressione. Alleanza di Centro, con il coordinatore Walter Luvisotto ha criticato i facili moralismi, e invocato piuttosto lobby e gruppi di pressione trasparenti.

Il dato certo è che a Jesolo la campagna elettorale è entrata nel vivo. La Lega, con il coordinatore, o meglio commissario, Maurizio Malizia, ha avviato una serie di incontri in tutta la città. Il 5 dicembre sarà a Cortellazzo al Granatiere. Al momento le direttive del nazionale del Carroccio sono che la Lega corra da sola. Un nome ufficiale non c'è ancora. Entro breve uscirà anche il candidato. La cena di Natale con Giampaolo Gobbo sarà al ristorante al Porto. Potrebbero arrivare i generali della Lega, poi un grosso nome a gennaio, forse Umberto Bossi. Il candidato più gettonato è al momento Alberto Carli. Ma ci sono anche Donatella

Regazzo, altro assessore, quindi Rodolfo Saramin e Alessandro Martin e lo stesso Malizia, tutti ai vertici di società importanti. Al primo incontro della Lega al bar Daffey, nel gruppo c'era sicuramente il candidato.

Giovanni Cagnassi

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro