Quotidiani locali

Porto Marghera, incidente mortale al Petrolchimico
Operaio romeno schiacciato da un tubo

Stava movimentando un grosso tubo del peso di un quintale, che improvvisamente gli è scivolato addosso uccidendolo: è accaduto poco dopo le 10. Per l'uomo non c'è stato niente da fare

PORTO MARGHERA. Stava movimentando un grosso tubo del peso di un quintale quando improvvisamente gli è scivolato addosso uccidendolo. Un opeaio romeno ha perso la vita così poco dopo le 10 in un incidente avvenuto nella zona compressori dell'area dei Polimeri Europa, nella zona del Petrolchimico a Porto Marghera. Per la precisione, a uccidere l'uomo è stata una "flangia", un pesante disco di metallo che serve a bloccare il flusso dei materiali.

L'uomo, secondo le prime informazioni, era alle dipendenze di una ditta che operava in subappalto all'interno dell'area industriale della chimica veneziana. Per lui, a quanto pare, ogni tentativo di soccorso è stato vano. Nel giro di una settimana è questo il terzo incidente mortale sul lavoro in provincia di Venezia.

L'operaio si chiamava Michai Sadasurschi, nato in Romania 44 anni fa sposato e padre di due bambini piccoli. L'uomo lavorava per la Belmont ditta in subappalto della Marcato che a sua volta aveva avuto la commessa dalla Polimeri Europa, titolare dello stabilimento dove è avvenuto l'incidente.

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia la Nuova di Venezia e Mestre
e ascolta la musica con Deezer.3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.