Quotidiani locali

Fincantieri in rivolta contro gli esuberi, blocchi stradali a Venezia

In mattinata gli operai della Fincantieri hanno bloccando via della Libertà, tagliando dunque i collegamenti stradali con Venezia. Gli operai Vinyls invece tornano sulle fiaccole del Petrolchimico

VENEZIA. Una giornata di lotta per il lavoro a Venezia. Dalla prima mattinata gli operai della Fincantieri hanno bloccato via della Libertà, interrompendo così il collegamento viario tra la terraferma e Venezia. Si tratta di una manifestazione non autorizzata ma gli operai sono determinati a portare avanti la protesta contro il piano dell'impresa che prevede 2550 esuberi e la chiusura di due stabilimenti in Campania e in Liguria. Il blocco è terminato attorno alle 11, ma ha comunque mandato in tilt la delicata viabilità veneziana. I problemi maggiori su via Fratelli Bandiera, mentre tutto il traffico in direzione Venezia è stato deviato su San Giuliano.

Anche gli operai della Vinyls, azienda della chimica coinvolta in una lunghissima vertenza per la vendita,
sono tornati a protestare per l'incertezza che pesa sul loro futuro. Tre operai sono saliti nuovamente su una fiaccola del Petrolchimico, a 150 metri d'altezza. Tra loro Nicoletta Zago, l'operaia-simbolo, che qualche settimana fa incontrò il Papa Benedetto Xvi, durante la sua visita a Venezia.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro