Menu

Arrestato un uomo che perseguitava una sordomuta

Preso a Mestre un trevigiano di 36 anni accusato di stalking e violenza su una donna ungherese. Lei si salva con un sms inviato alla polizia: era sottoposta quasi quotidianamente ad abusi

VENEZIA. La squadra mobile di Venezia ha arrestato nella notte un uomo di 36 anni, della provincia di Treviso, per violenza sessuale e stalking nei confronti di una
sordomuta ungherese. L'uomo è accusato di aver sottoposto quasi quotidianamente a violenze fisiche, sessuali e psicologiche la giovane, una prostituta di 23 anni, residente a Mestre che aveva conosciuto come cliente nell'ottobre 2010, finendo per invaghirsene.

La donna, però, aveva respinto l'indagato, che ha reagito perseguitandola e costringendola a subire violenze continue. Secondo quanto accertato dalla polizia, la giovane ha subito un accoltellamento, percosse, lesioni varie, minacce di morte, è stata sequestrata e  in un'occasione le ha appiccato anche il fuoco sui vestiti, sempre approfittando della sua menomazione fisica.

La vittima il 25 gennaio
scorso ha chiesto aiuto al 113 inviando un Sms, secondo il servizio predisposto dalla Questura di Venezia per le persone sordomute, denunciando quanto subito in quattro mesi. Sulla base anche dei riscontri accertati, la polizia ha notificato all'uomo un provvedimento restrittivo in
carcere.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro