Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Elisa Montin super. È di Noale la più brava percussionista del mondo

A 23 anni ha ricevuto il premio “Hit Like a Girl 2017” come la migliore batterista del pianeta. Elisa Montin, in arte Helly, ha cominciato nella banda del paese

Musica, è veneta la batterista rock che ha conquistato gli Usa

NOALE. Il premio statunitense “Hit Like a Girl 2017” parla italiano. La vincitrice è una noalese di 23 anni, Elisa Montin, in arte Helly, che ha preceduto le concorrenti nel concorso mondiale tutto al femminile dedicato a chi suona le percussioni.

La giuria era composta da batteriste e batteristi di fama internazionale e ha scelto il video metal di Elisa basato sulle colonne sonore del videogioco cult “God of War II”.

«Ho sudato parecchio per ottenere il prestigioso riconoscimento», commenta. E dire che tutto partì proprio dalla Città dei Tempesta e dal Corpo Filarmonico Città di Noale, dove iniziò a suonare. Poi arrivarono partecipazioni a concorsi nazionali, e non solo, fino al luglio 2016, quando a notarla fu Skin, voce degli Skunk Anansie, in concerto a Piazzola sul Brenta: la rockstar britannica la invitò sul palco a suonare un assolo rimanendone impressionata.

«Un’esperienza indimenticabile», rivela Elisa, «anche perché all’epoca già suonavo in una tribute band proprio degli Skunk Anansie. Come lo è stato l’ultimo tour europeo con Killin’ Baudelaire, gruppo tutto al femminile con cui ho iniziato a lavorare dallo scorso dicembre. Ora ne faccio parte in modo ufficiale e presto inizieremo a registrare il secondo disco».

Elisa Montin si è già esibita negli Stati Uniti, Germania, Austria, Francia, Svizzera, Repubblica Ceca, Polonia, Slovenia, Inghilterra, Portogallo: «A 13 anni conobbi il batterista Sergio Pescara e dal quel momento capii che avrei fatto la musicista di professione». La batterista sta lavorando al suo primo disco solista, “Violet Karma”, che unisce suono elettronico e batteria acustica.