Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Mestre, cinque colpi per conquistare la B I top sono Colamarino Diminic e Lazzaro

MESTREB.C. Mestre, ecco il piano B… per vincere la C Gold e acquisire sul parquet la tanto sognata serie B. Se ne vanno in cinque, compreso il capitano di 168 partite Marco Prete (932 punti e 598...

MESTRE

B.C. Mestre, ecco il piano B… per vincere la C Gold e acquisire sul parquet la tanto sognata serie B. Se ne vanno in cinque, compreso il capitano di 168 partite Marco Prete (932 punti e 598 rimbalzi in 3.075 minuti giocati), ne arrivano altrettanti. Una vera e propria rivoluzione quella attuata dal direttore sportivo Samuele Marton per mettere a disposizione di coach Fabio Volpato una macchina da guerra.

Oltre a Marco Prete (forse va a Salzano in C Silver) non ci saranno più Alberto Bed ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MESTRE

B.C. Mestre, ecco il piano B… per vincere la C Gold e acquisire sul parquet la tanto sognata serie B. Se ne vanno in cinque, compreso il capitano di 168 partite Marco Prete (932 punti e 598 rimbalzi in 3.075 minuti giocati), ne arrivano altrettanti. Una vera e propria rivoluzione quella attuata dal direttore sportivo Samuele Marton per mettere a disposizione di coach Fabio Volpato una macchina da guerra.

Oltre a Marco Prete (forse va a Salzano in C Silver) non ci saranno più Alberto Bedin, Matteo Tagliapietra, il lidense Simone Rosada, e Gabriele Fabris. In un colpo solo arrivano la guardia pordenonese Giulio Colamarino, il pivot Marco Lazzaro, “il barba” della Virtus Padova, il diciannovenne play guardia veneziano Marco Bonesso. E c’è il ritorno dell’ala forte Andrea Gomirato di Spinea che, nello scorso campionato, ha vinto la C Silver con il Murano. L’arrivo di Lazzaro (’92) è legato a quello del forte centro croato Mise Diminic, classe 1989, 210 centimetri per 110 chili. Infatti l’ex giocatore della Virtus Padova in B, residente a Villatora di Saonara, si è lesionato, a inizio gennaio, il crociato del ginocchio destro.

«Lazzaro è in via di recupero ma non vogliamo forzargli la mano, credo sarà pronto per il girone di ritorno. Lo aspettiamo, starà con noi per due anni, abbiamo completa fiducia in lui», spiega Samuele Marton. Lazzaro ha segnato addirittura 50 punti in una sola gara, a Roncaglia in serie D. Il Mestre si è coperto le spalle sotto canestro accordandosi con il croato Mise Diminic, lo specialista del semigancio dalla posizione classica frontale del “cinque” di ruolo. Giulio Colamarino invece è mister “retina rovente”. «Lascio Oderzo dopo due anni perché avevo voglia di cambiare aria», spiega la guardia di Pordenone del ‘91. «A Mestre ritrovo Luca Cucchi, compagno di università a Udine. Abbiamo giocato nella squadra universitaria e siamo arrivati quarti in Italia». Marco Bonesso è stata la bandiera del Favaro prima di trasferirsi al Treviso Basket dove ha vinto il titolo under 20 d’Eccellenza. —

Thomas Maschietto