Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Reyer, voglio continuare a vincere»

Serie A. Parla Haynes dopo il rinnovo del contratto per due anni. Mercato, tramontato Ragland, piace Rich (ex Avellino)

MESTRE. Non si era mai fermato più di una stagione in un posto, cambiando anche a campionato in corso. Adesso MarQuez Haynes ha raddoppiato: due anni alla Reyer alle spalle, altre due anni davanti dopo la firma sul rinnovo biennale del contratto. «Le mie prime due stagioni alla Reyer sono state molto belle», ha spiegato Haynes, Mvp dell’anno, «quando ho deciso di venire a Venezia ho subito intuito come la società fosse vicina a raggiungere grandi risultati e sentivo che la mia esperienza avr ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MESTRE. Non si era mai fermato più di una stagione in un posto, cambiando anche a campionato in corso. Adesso MarQuez Haynes ha raddoppiato: due anni alla Reyer alle spalle, altre due anni davanti dopo la firma sul rinnovo biennale del contratto. «Le mie prime due stagioni alla Reyer sono state molto belle», ha spiegato Haynes, Mvp dell’anno, «quando ho deciso di venire a Venezia ho subito intuito come la società fosse vicina a raggiungere grandi risultati e sentivo che la mia esperienza avrebbe potuto aiutare a costruire una mentalità vincente. Credo sia quanto accaduto in questi due anni: siamo riusciti a cambiare la mentalità, giochiamo sempre per vincere e infatti abbiamo vinto».

Un leader in campo e fuori. «Quando ho firmato per la Reyer sapevo che avrei dovuto essere un giocatore importante in campo e fuori. Ho sempre cercato di essere un leader nella mia carriera, anche se in alcune squadre ho avuto ruoli diversi. Alla Reyer ho messo a disposizione l’esperienza accumulata in club di alto livello e in Eurolega, ha capito che la Reyer sarebbe stata la squadra giusta per farmi compiere un salto di qualità come leadership». Due anni in una squadra vincente. «Sono orgoglioso di avere prima vinto lo scudetto e poi, quest’anno, la Fiba Europe Cup. Voglio continuare su questa strada, punto a migliorarmi insieme alla squadra, sarà un aiuto reciproco. Il mio rapporto con la pallacanestro? Quando gioco a basket, ho lo stesso spirito: al campetto, in allenamento, in partita. Quando sono sul parquet, provo le stesse sensazioni di quando ero bambino. Mi viene naturale allenarmi e giocare duramente, così il mio comportamento in campo è naturale e spontaneo, non c’è nulla di studiato o di pensato».

Un rapporto speciale con i compagni. «Cerco di capire quello di cui hanno bisogno, quale sia il modo migliore per mandargli un messaggio». Due stagioni molto intense per MarQuez Haynes. «Ho sviluppato un rapporto di amore con la città e con i tifosi. All’inizio, quando sono arrivato, non riuscivo a giocare bene e non so se venivo apprezzato, ma con il tempo i tifosi hanno imparato a conoscermi».

Mercato. La Reyer sta cercando una guardia tiratrice: Matt Janning, ex Siena, preferisce una squadra di Eurolega, Trevor Lacey, ex Pesaro e Sassari, dovrebbe rimanere a Kuban, non dispiace l'avellinese Jason Rich, fuori dai giochi sembra Joe Ragland. La sedicesima squadra della Serie A è l’Alma Trieste.

©RIPRODUZIONE RISERVATA