Quotidiani locali

A/1 femminile a 12 squadre Final eight per la Coppa

Basket. Una serie di novità in vigore dall’inizio della prossima stagione Cambiano anche la Serie A/2 e i playoff. Palermo nel girone del Marghera

MESTRE. Arriva la Final Eight di Coppa Italia anche in Serie A/1 femminile. È una delle tante novità introdotte per la prossima stagione che vedrà il massimo campionato femminile ritornare a dodici squadre (Schio, Ragusa, Venezia, Napoli, Lucca, San Martino di Lupari, Torino, Broni, Battipaglia, Vigarano, Sesto San Giovanni ed Empoli) con la volontà di salire a 14 nel torneo 2019-2020.

Già detto dell’Opening Day che si svolgerà al PalaRuffini di Torino (6-7 ottobre), sparisce il Round of Challenge (4 partite), ma la regular season sarà ugualmente imperniata in ventidue gare. Ai playoff si qualificano direttamente le prime sei formazioni, le squadre dalla settima alla decima posizione disputeranno un turno preliminare con gara secca sul campo della miglior classificata al termine della regular season per stabilire gli ultimi due accoppiamenti dei quarti di finale. Finale e semifinali saranno disputati al meglio delle cinque partite, i quarti di finale (3 o 5) dipenderanno dal cammino europeo di Schio in EuroLega e dalle squadre italiane che parteciperanno alla Fiba Europe Cup (scontata la presenza dell’Umana Venezia).

Come nella passata stagione, le ultime due squadre disputeranno i playout al meglio delle cinque gare: la vincente resta in Serie A/1, la perdente sfiderà in gara secca la squadra che perderà lo spareggio di A/2.

La Coppa Italia si “allarga”: ritorna la Final Eight anche in campo femminile, l’ultima edizione a otto squadre si disputò a Napoli nel 2004 quando l’Umana venne battuta in finale dalla Famila.

Novità anche in Serie A/2, che vede al momento 32 squadre aventi diritto, suddivise in due gironi da sedici (Selargius e Virtus Cagliari finiranno nel girone Sud, Palermo quasi sicuramente nel girone Nord dove sarà inserita anche Marghera). Se non ci saranno defezioni, sono previste sei retrocessioni, non ci saranno ripescaggi fino a un minimo di 28 squadre. Si parte l’ultimo weekend di settembre (29-30), ultima giornata il 27 aprile.

I playoff cambiano ancora: gare di andata e ritorno in quarti, semifinali e finale con la possibilità che la prima sfida possa anche terminare in parità. Le vincenti delle due finali playoff saliranno in Serie A/1, le perdenti si sfideranno in campo

neutro e chi uscirà vincitore disputerà un altro spareggio contro la perdente dei playout di A/1.

Rimane invariata la Coppa Italia con la Final Eight alla quale accederanno le prime quattro squadre dei due gironi al termine dell’andata.

Michele Contessa

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro