Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Gara-3 sarà una battaglia tutta da giocare»

Volley B/2 femminile playoff. Coach Trolese dà la carica all’Imoco San Donà, ora in parità (1-1) con Jesi

SAN DONÀ. «Gara tre sarà un’altra battaglia e siamo pronti a giocarcela fino in fondo». Il coach dell’Imoco Volley San Donà, Matteo Trolese, guarda già alla sfida di domani sera contro la Pieralisi Jesi. In programma c’è gara tre della semifinale dei playoff promozione della B/2 femminile. Si gioca alle 20.30, al palasport Fontebasso di Noventa di Piave, essendo indisponibile per la concomitanza con un altro evento il consueto PalaBarbazza di San Donà. Gara tre sarà la “bella”, ovvero la pa ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

SAN DONÀ. «Gara tre sarà un’altra battaglia e siamo pronti a giocarcela fino in fondo». Il coach dell’Imoco Volley San Donà, Matteo Trolese, guarda già alla sfida di domani sera contro la Pieralisi Jesi. In programma c’è gara tre della semifinale dei playoff promozione della B/2 femminile. Si gioca alle 20.30, al palasport Fontebasso di Noventa di Piave, essendo indisponibile per la concomitanza con un altro evento il consueto PalaBarbazza di San Donà. Gara tre sarà la “bella”, ovvero la partita decisiva per il passaggio del turno, visto che la serie è in parità: vittoria dell’Imoco in gara uno tra le mura amiche, successo di Jesi nella gara due giocata sabato in terra marchigiana. Entrambe le partite si sono decise al quinto set, segno di un grande equilibrio nella serie.

«Anche nella gara di sabato siamo rimasti in corsa per il successo fino al quinto set. Durante il match», commenta coach Trolese, «abbiamo avuto un momento di blackout. Ma siamo riusciti a uscirne, trovando soluzioni differenti e adattamenti in difesa. Quando una squadra giovane come la nostra riesce a venire fuori da una situazione negativa, è un segnale positivo. Poi, si sa, in un tie-break bastano due piccoli errori di troppo e già si fa un po’ di fatica. Siamo andati in difficoltà in una rotazione con un attacco a due e abbiamo preso quel piccolo break che ci ha fatto perdere. Senza dimenticare il merito di Jesi, che ha alzato il livello della prestazione».

Domani c’è gara tre: che partita sarà? «Dopo due tie-break, direi che domani sera si preannuncia già un’altra battaglia», conclude Trolese, «Per noi è sicuramente meglio poterci giocare in casa la sfida decisiva. Ma, ripeto, sarà una battaglia e vogliamo giocarcela fino in fondo. Ormai tra le due squadre iniziano a conoscerci sempre meglio. Loro hanno l’esperienza, noi un po’ di inesperienza. E abbiamo anche una panchina corta, questo è un po’ un limite».

L’infermeria sandonatese, infatti, rimane piena in questo finale di stagione. L’ultima brutta notizia arrivata in casa Imoco Volley San Donà riguarda la palleggiatrice Anna Pelloia, già vittima di un grave infortunio nel corso della stagione e di recente alle prese con nuovi problemi. L’ultima diagnosi purtroppo parla di un problema al menisco dell’altro ginocchio, quello non interessato dall’infortunio precedente. Per Pelloia si prospetta un nuovo intervento nelle prossime settimane. Out anche Eze Chidera e la centrale Asia Leandri. (g.monf.)