Quotidiani locali

Serie D, la Clodiense a un passo dalla salvezza

CHIOGGIA. Battendo nell'ultimo turno di campionato la Liventina, la Clodiense ha raggiunto quota 40 in classifica e strizza ormai l'occhio alla salvezza, impresa che sembrava difficilissima otto...

CHIOGGIA. Battendo nell'ultimo turno di campionato la Liventina, la Clodiense ha raggiunto quota 40 in classifica e strizza ormai l'occhio alla salvezza, impresa che sembrava difficilissima otto partite fa e che invece si sta a questo punto concretizzando. Salvezza che però, per una strana serie di combinazioni, innescata soprattutto dall'imprevista vittoria del Tamai sul campo del Campodarsego, che di fatto ha consegnato la vittoria del campionato alla Virtus Vecomp, ancora non è matematica. Infatti se il divario di punti è ormai incolmabile nei confronti dei granata da parte di Liventina e Calvi Noale, resta ancora aperta la possibilità che Ambrosiana e Tamai possano superare la Clodiense e che il Montebelluna possa recuperare quei due punti di gap sempre nei confronti del team lagunare. In poche parole i granata possono permettersi di subire il sorpasso di una tra Tamai e Ambrosiana ma non da tutte e due. Preoccupazione che sale perché il team di Massimiliano De Mozzi dovrà affrontare nelle ultime due gare Arzignano in casa e Mantova in trasferta, due squadre cioè che hanno condotto un campionato di vertice anche se in questo momento sono fuori dai giochi per il titolo. Massimiliano De Mozzi però, proprio per questo, non si fida. «Nelle stagioni scorse - dice - quando arrivavi a 36 o 38 punti eri già salvi, stavolta con 40 non siamo ancora a posto. E' per questo che non dobbiamo staccare la spina mentalmente. Abbiamo conquistato 16 punti nelle ultime 8 gare, frutto di 5 vittorie ed un pareggio, cosa che pareva quasi impossibile. Chiaro che la vittoria di domenica, ottenuta soprattutto nel secondo tempo quando ha preso il sopravvento la nostra migliore forma atletica, è stata davvero importante. Dobbiamo giocare contro due super squadre ma possiamo dire tranquillamente la nostra. L'Ambrosiana, invece, sul suo campo

non fa sconti a nessuno e poi dovrà affrontare nell'ultima gara la già retrocessa Calvi, mentre il Tamai se la vedrà con Belluno ed Este che ormai a questo campionato non hanno più nulla da chiedere. È quasi fatta ma dobbiamo rimanere concentrati».

Daniele Zennaro

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori