Quotidiani locali

Umana a caccia del bis stasera contro Ragusa

A/1 femminile. Gara -2 al Taliercio alle 19.30, da sfruttare il fattore campo De Pretto: «Vittoria costruita in difesa. Il trucco? Partire con intensità»

MESTRE. Umana a caccia del bis contro Ragusa, per avvicinarsi alla finale e mettere con le spalle al muro le siciliane. Una vittoria in semifinale scudetto mancava all’Umana da 9 anni (68-63 a Schio, 28 aprile 2009), unica stagione in cui Venezia è poi approdata alla finale tricolore.

Un buon auspicio, ma questa sera Carangelo e compagne dovranno conservare l’imbattibilità casalinga in campionato (13 partite) per giocarsi tra giovedì e sabato due match-ball a Ragusa, senza avere l’assillo di riportare a proprio favore il fattore campo. «Arrivando tre giorni dopo la finale con il Galatasaray», dice Valeria De Pretto, 14 punti in gara-1, «la prima sfida contro la Passalacqua nascondeva tante insidie. Sapevamo di non poterla fallire, era una partita-chiave della serie, non dovevamo e non dobbiamo “regalare” il vantaggio del fattore campo. E in avvio abbiamo fatto fatica, più fisica che mentale, a prendere le misure a Ragusa».

Umana che ha trovato la serata da Wnba di Riquna Williams (33 punti, 11 rimbalzi, 3 assist, 7 falli subiti, 10/12 nei liberi),a 3 punti dal suo top-score stagionale (36 a Ragusa), ma senza il supporto di De Pretto, Little, Bestagno e Kacerik la “stella” granata non avrebbe potuto vincere da sola.

«Riquna è stata bravissima», ha ammesso De Pretto, «la vittoria è stata costruita anche in difesa. Cosa dovremo cambiare? Innanzitutto partire con grande intensità fin dall’inizio, come non ci è riuscito sabato, evitando quindi di dover rincorrere le avversarie».

Ragusa è arrivata anche a +10 (26-36) in apertura di terzo periodo, rimanendo avanti fino all’inizio dell’ultima frazione (50-54) quando gli 11 punti (sui 15 dell’Umana) di Williams hanno ricacciato indietro le isolane (65-59).

«Sì, dobbiamo partire con maggior concentrazione, è fondamentale andare in Sicilia con il doppio vantaggio». Ashley Walker patisce ancora l’infortunio alla caviglia occorsole in gara-1 dei quarti con Torino, anche questa sera giocherà Camille Little (11 punti, 2 rimbalzi sabato sera), servirà una prestazione diversa anche di Carangelo (0/4 al tiro, 4 palle perse) e Ruzickova (2 punti, 1/5, 1 rimbalzo) rispetto a due giorni fa, anche per tamponare Hamby (13 rimbalzi) e Ndour (12) sotto canestro. Dopo Empoli, arriva anche la seconda promozione in Serie A/1: si tratta di un ritorno, quello del Geas Sesto San Giovanni. Gara-3 tra Umana e Passalacqua si giocherà giovedì sera (ore 20.30) in Sicilia.

Così sul parquet.Taliercio, ore 19.30, diretta Sportitalia.

UMANA VENEZIA: 2 Micovic, 4 Bestagno, 5 Carangelo, 7 Kacerik, 8 Williams 10 De Pretto, 11 Sandri, 14 Ruzickova, 15 Dotto, 18 Madera, 20 Little, 23 Togliani. Allenatore: Andrea Liberalotto.

PASSALACQUA RAGUSA: 4 Consolini,

5 Gorini, 8 Spreafico, 9 Formica, 15 Miccoli, 17 Soli, 23 Bongiorno, 25 Hamby, 30 Kuster, 45 Ndour. Allenatore: Gianni Recupido.

Arbitri: Bonfante di Lonigo (Vicenza), Marota di San Benedetto del Tronto (Ascoli) e Giulia Sartori di Arsiè (Belluno). (m.c.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori