Quotidiani locali

Mestre superlativo La capolista Sanve finisce in ginocchio

Serie C Gold. Tutti bene, grande prova di Nicola Boaro  La squadra di Volpato riprende la corsa verso i primi posti

MESTRE. Fascia rossa sulla tempia alla Rambo, non per volontà propria ma per la botta presa all’occhio sinistro da Pin Dal Pos in uno scontro di gioco. Nicola Boaro è uscito dal parquet sul finire del primo quarto con il volto sanguinante. La dottoressa di turno gli prova addirittura la pressione per dei leggeri giramenti di testa causati dalla gomitata, involontaria sia chiaro, ricevuta. Nel secondo tempo Nicola Boaro rientra ed è decisivo nell’ultimo quarto con nove punti quasi di fila nei 2’44” finali intervallati da due liberi di Maran (79-79). Quattro su quattro finali dalla lunetta per il +4 sul tabellone (86-82) per il playmaker di Montebelluna che nonostante la ferita e la fasciatura ha trascinato il Ciemme Mestre alla vittoria sulla Rucker San Vendemiano capolista sì, ma che ha capito di non essere imbattibile una volta di più. Contro la Sanve vinci se si gioca con le mani addosso all’avversario, se fai innervosire il talento di Tracchi, play tascabile dalle doti tecniche immense, ma forse un pochino provocatore per il suo modo di ingigantire i contatti, avuti con Bei e Bedin nel corso del primo tempo. Se pensa solo a giocare il play numero 9 della capolista può risolvere la partita da solo come ci stava riuscendo nel terzo quarto con otto punti che sono valsi il +10 (65-55) per San Vendemiano a 2’57” dalla terza sirena. I Grifoni di Volpato si sono ripresi alla grande e con una tripla di Michele Bei ritorna in gioco (69-70) dopo 2’15” dell’ultimo periodo. C’è tanto Cucchi e anche Bei oltre che Boaro, ma la giocata principe è del classe 1999 Andrea Segato, guardia di Chirignago. Segato recupera un pallone già fuori in attacco con un tuffo da grande atleta, fornisce un assist per Boaro che trasforma i due liberi realizzati per il fallo subito. Un

plauso al pubblico, e al dodicenne Sebastiano che con il megafono fa partire tutti i cori di casa che puntualmente vengono seguiti dai tifosi di fede biancorossa. C’è da rimanere a bocca aperta a sentire un ragazzino leader della tifoseria mestrina.

Thomas Maschietto

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori