Quotidiani locali

Imoco tie-break vincente dopo la rimonta bellunese

Le ragazze di S. Donà fanno valere tasso tecnico e tenuta fisica nelle fasi decisive E mercoledì sera al PalaBarbazza big match contro la capolista Giorgione

BELLUNO . Una bella vittoria, meritata anche se sofferta. E’ quella che l’Imoco San Donà ha colto al PalaDeMas di Belluno, battendo al tie-break il Cortina Express. Una partita intensa e combattuta punto su punto per quattro set su cinque. Le ragazze di coach Matteo Trolese hanno lottato su ogni pallone, hanno saputo reagire bene alla rimonta delle bellunesi e alla fine, a fare la differenza a favore dell’Imoco, è stata forse la migliore tenuta fisica delle sandonatesi. Come ha dimostrato il tie-break vinto in scioltezza, mentre le avversarie avevano ormai il fiato corto. La vittoria consente a San Donà di mantenersi saldamente al secondo posto della B/2 femminile. Resta forse il rammarico per non aver conquistato l’intero bottino di punti in palio. Ma può starci di subire una rimonta al cospetto di una squadra esperta contro il Cortina Express e, per di più, giocando in un clima infuocato come quello del PalaDeMas. Da segnalare sulla panchina di Belluno la presenza dell’ex allenatore sandonatese Rossano Bertocco.

Trolese ha schierato il sestetto con Ferrarini e Cosi al centro, Carletti opposto, Mason e Cagnin in banda con Farnia al palleggio e Fersino libero. Spazio nel corso del match anche a Leandri, Chidera, Frosini e Cavalier. Da segnalare i 27 punti di Carletti, miglior realizzatrice del match. Ma anche i 25 punti di Mason e i 9 muri di capitan Cosi. L’Imoco ha ricevuto bene ed è stata efficace a muro, mentre in attacco ha dovuto faticare di più per scardinare l'argine opposto dalla difesa avversaria. Simile l’andamento dei primi due set che, dopo l’iniziale vantaggio di Belluno, hanno visto San Donà sempre avanti, ma con un distacco che non è mai andato oltre i due o tre punti. Partita combattuta, dunque. Ma con l’Imoco che si porta avanti di due set. Nel terzo parziale c’è il ritorno di Belluno, che arriva ad allungare anche 16-10. San Donà, però, reagisce bene e si riporta sotto 21-17 e poi 23-21, ma alla fine cede 25-21. Peccato per il quarto set, che San Donà è arrivata a un passo dal conquistare sul 22-24, non riuscendo però a chiuderlo e cedendo così ai vantaggi. Ma nel tie-break non c’è stata storia e l’Imoco si è imposta di autorevolezza. Bella vittoria, si diceva. Ma dispendiosa

sul piano delle energie. Proprio alla vigilia di un autentico tour de force per San Donà, che tornerà in campo già mercoledì sera, al PalaBarbazza, nel big-match (giocato in anticipo) con la capolista Giorgione, per poi ospitare sabato il Codognè.

Giovanni Monforte

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik