Quotidiani locali

Modolo: «Possiamo far paura a tutti»

Calcio Serie B. Un Venezia sereno si prepara al confronto con la capolista Empoli, che non avrà il cannoniere Caputo

MESTRE. Il Venezia corre, e corre fortissimo, al ritmo delle prime della classe. E la prima in assoluto, l’Empoli, aspetta al varco la truppa di Pippo Inzaghi, che nelle ultime sette gare ha conquistato la bellezza di 17 punti. Si può mettere una bella croce sul primo obiettivo della stagione, la permanenza in Serie B, adesso il Venezia può pensare un grande, senza presunzione, ma con la consapevolezza di potersi giocare fino alla fine uno dei posti per i playoff. Con una difesa che concede poco o nulla agli avversari, arroccata attorno al trio Andelkovic-Modolo-Domizzi. «Non abbiamo corso rischi nemmeno sabato contro l’Ascoli» commenta Marco Modolo, «solo una circostanza ho dovuto intervenire in extremis per anticipare un avversario sul secondo palo. Ci stavo per rimettere la testa contro il legno... Fino al nostro vantaggio l’Ascoli non si era mai reso pericoloso, ma non lo è stato nemmeno dopo il rigore di Geijo».

La vittoria nel match d’andata contro l’Empoli al Penzo (1-0), firmata Stefano Moreo, permise alla squadra di Pippo Inzaghi di issarsi in vetta alla classifica con i toscani. La seconda difesa meno perforata del campionato, il Venezia, si accinge a misurarsi contro l’attacco atomico dell’Empoli (62 reti realizzate in 29 gare), che sarà però orfano di Ciccio Caputo, diffidato e ammonito per simulazione domenica contro la Virtus Entella.

«Adesso ci aspettano tre partite belle toste con Empoli, Cittadella e Frosinone» continua il numero 13 arancioneroverde, «ma possiamo affrontarle con serenità, forti di una classifica che ci sorride, senza tanti assilli, e questo può trasformarsi in un’arma a nostro vantaggio. Mancherà Caputo, è vero, ma Donnarumma è un signor attaccante e l’Empoli sa far male con tanti giocatori».

Come un anno fa, il Venezia ha iniziato a volare dopo la sosta invernale. «I carichi di lavoro del lunedì e del martedì sono davvero tosti, magari in avvio di stagione è più difficile smaltirli, ma quanto abbiamo messo in cascina nei mesi scorsi, adesso ci sta tornando utile. Con lo staff si lavora tanto e bene, forse solo a Carpi mi sono trovato così a mio agio e quell’anno vincemmo il campionato con un vantaggio molto ampio».

Il Venezia ha centrato il settimo risultato utile consecutivo, che costituisce la serie più lunga del torneo. in Pratica la squadra non ha più perso dopo la brutta prestazione di Salerno, nella quale giocò un primo tempo da dimenticare. All’allenamento di ieri assente Litteri, in permesso per motivi familiari, mentre Vicario ha effettuato solo terapie avendo sofferto di mal di schiena al punto da non essere in panchina sabato scorso.

Fiocco

azzurro. Fiocco azzurro in casa Venezia, nella notte tra domenica e lunedì è nato Giacomo Alimonta, secondogenito del preparatore atletico arancioneroverde Luca, che va ad aggiungersi al piccolo Piero.

Michele Contessa

©RIPRODUZIONE RISERVATA .

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro